Ominide 50 punti

I Processi Cognitivi

Definizioni:
Processi -> serie di adattamenti del cervello, che fa in modo attraverso i sensi che il corpo si abitui all’ambiente.
Cognitivi -> conoscere.
Processi Cognitivi -> processi attraverso i quali l’essere vivente conosce.
Trattamento delle informazioni: il cervello riceve informazioni dall’esterno e restituisce prestazioni. Le informazioni in arrivo vengono assunte, elaborate, memorizzate e infine utilizzare per svolgere attività.
Input ->Processi -> Utilizzo -> Output
Psicologia dei processi cognitivi: la psicologia dei processi cognitivi ha avuto uno sviluppo assai rapido negli ultimi 40 anni. I comportamentisti si attengono allo studio del comportamento manifestato, esterno elaborando così input e output. I congnitivisti si attengono allo studio della mente, e dei processi che avvengono nell’organismo.
La mente: la mente è un’unità dinamica (in continuo movimento) in iterazione con l’ambiente. Per la psicologia dei processi cognitivi la mente è un’unità, in cui le funzioni collaborano in stretta relazione l’una con l’altra.
L’Assunzione delle informazioni – Attenzione e selezione: noi non assumiamo tutte le informazioni che ci arrivano dall’ambiente, grazie ai dei filtri ne blocchiamo alcune seguendo alcuni criteri. Questo lavoro è chiamato filtraggio. Delle informazioni che ci giungono solo quelle alle quali è rivolta la nostra attenzione sono assunte. L’attenzione è la distribuzione delle risorse nel campo delle informazioni che la nostra mente in un dato momento sta trattando. Essa è limitata, riguarda tutti i momenti dell’attività cognitiva e può essere diretta a cose che si trovano su differenti livelli dell’attività cognitiva.
Schemi: uno schema è un complesso organizzato di conoscenze su un dato oggetto. Gli schemi possono portare a pregiudizi. Gli schemi guidano l’assunzione di informazioni dal mondo esterno attraverso due meccanismi:

1) Lo schema stabilisce quali informazioni vanno assunte.
2) Lo schema pianifica la raccolta delle informazioni.
Finché non entra in azione lo stimolo esploriamo a caso, poi scatta un piano intelligente. Uno schema può venire attivato:
1) Dal basso: sono i dati in arrivo dal campo esplorato che richiamano lo schema che ci serve.
2) Dall’alto: l’applicazione di uno schema che ne porta in mente un altro.
I compiti cognitivi – Definizione: i compiti cognitivi sono compiti al fine di conoscere.

Problem Solving: una difficoltà fa nascere uno stato di tensione (troppi stati di tensione-> stress) dal quale il soggetto può uscire se fa la cosa giusta. Ci sono tre tipi di problemi:
1) Problemi pratici: il soggetto è messo dinnanzi a un compito concreto che presenta difficoltà. Occorre il ragionamento.
2) Problemi razionali: nel problema razionale prevale la riflessione a volte astratte.
3) Problemi decisionali: è descritta una situazione della vita reale in cui va presa una decisione e si chiede al soggetto che cosa farebbe. In questo tipo di problemi non si conoscono tutti gli elementi necessari per trovare la soluzione. Essi sono chiamati anche problemi mal definiti poiché non sono precisati sotto ogni aspetto in partenza.

Registrati via email