Invalsi Terza Media: e se si prende un brutto voto?

terza media: paura di essere bocciati per la prova invalsi

La prova Invalsi 2016 si svolgerà per tutti gli studenti il 16 giugno. Il test Invalsi di italiano e matematica è l’unica prova, tra le varie prove scritte e il colloquio orale, a svolgersi lo stesso giorno in tutte le scuole medie e ha carattere nazionale. Siccome viene predisposta da un istituto esterno alla scuola, per l'appunto l’Invalsi, molti studenti sono terrorizzati dall'andamento della prova, e altrettanti temono che il test possa mandare all'aria tutti gli sforzi fatti per uscire dalle scuole medie con una bella votazione. Si, perché al test Invalsi, che si svolge durante l’esame di terza media, viene assegnato un voto che fa media con le altre prove. Ma cosa può succedere se la prova Invalsi va male?

TEST INVALSI: E SE VA MALE?

Se vi capiterà che, pur avendo fatto tutti gli scongiuri e ed essendovi preparati a dovere, il giorno della prova Invalsi vi troviate in difficoltà, non dovete pensare che sarete bocciati all'esame di terza media. Infatti, questa è solo una delle prove che dovrete sostenere: fa media con tutti gli altri scritti e con l’orale. In tutto, sono infatti 7 le prove che dovrete sostenere nel corso dell'esame di terza media e, anche se dovesse andare male, il votaccio alla prova Invalsi influenzerà solo 1/7 il vostro voto finale d’esame.

ESAME TERZA MEDIA: COME SI ARRIVA AL VOTO FINALE

- Per potervi fare un calcolo del punteggio che potreste ottenere all'esame di terza media, vi sarà utile sapere che il voto finale di terza media viene espresso in decimi e risulterà dalla media aritmetica di tutte le prove d'esame, più il voto di ammissione che vi sarà assegnato dai vostri prof alla fine dell'anno. In sintesi, è composto da: voto di ammissione o di idoneità, prima prova scritta di italiano, seconda prova scritta di matematica, prova scritta Invalsi, prove scritte di lingue (1 o 2), colloquio orale.
Ogni prova verrà valutata con un voto espresso in decimi. Anche alla prova Invalsi riceverete un voto da 4 a 10, anche se il procedimento è un po' più complicato. Infatti, a seconda di quante risposte corrette date per ogni questionario, vi sarà assegnato un punteggio che dovrà poi essere convertito in decimi. Qualsiasi esso sia, comunque, farà media con tutti gli altri, non incidendo particolarmente sulla vostra promozione.

DI CHE SI TRATTA?

- Per chi non lo sapesse ancora, la "prova Invalsi" consiste nello svolgimento di due questionari, uno di italiano ed uno di matematica. Per svolgerla avete 2 ore e 30 minuti, per la precisione 75 minuti a prova più 15 minuti di pausa tra l'una e l'altra. La prova Invalsi di italiano è divisa in due parti, A e B, con domande a risposta multipla e a risposta aperta. La parte A tratta di lettura e comprensione del testo, mentre la parte B verte su quesiti di grammatica. Anche la prova Invalsi di matematica è composta sia da domande a riposta multipla, sia di domande a riposta aperta. Nel rispondere a queste ultime ricordate che bisognerà scrivere anche il procedimento seguito per arrivare alla soluzione. Comunque, niente panico: ogni quesito verterà su argomenti da voi già trattati più volte durante l'anno.


Scopri tutto sul test Invalsi:

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
Non perdere l'ultima puntata della stagione!

Anche la Skuola Tv va in vacanza. Mercoledì prossimo infatti, ci sarà l'ultima puntata...tranquillo perchè dopo l'estate torneremo!

28 giugno 2017 ore 16:30

Segui la diretta