Eliminato 2152 punti

Concetti: Violenza e non violenza

Per spiegare l’educazione per la pace è necessario partire dal fenomeno di violenza. Questo avviene perché pace e violenza fanno parte di uno stesso discorso, è fondamentale analizzare il fenomeno della violenza affinché sia possibile raggiungere il progetto finale della pace, utilizzando le strategie della non violenza.
Siamo in un periodo in cui la violenza è all’ordine del giorno. Fare della violenza un’abitudine può diventare pericoloso, ma ciò sta avvenendo a causa dei mass media che prestano maggiore attenzione ai fatti clamorosi, come se gli atti di violenza di ordine più comune non avessero importanza. A livello sociologico è importante differenziare la violenza legale, ossia quel tipo di violenza riconosciuta dalle forme giuridiche dello stato per difendere i diritti dei cittadini, dalla violenza legittima, ovvero quel tipo di violenza accettata da un gruppo o dal popolo perché ritenuta giusta e costruttiva.

Non sempre la violenza legale è considerata anche legittima, e viceversa. Un esempio può essere l’azione repressiva della polizia (violenza legale), non approvata dal gruppo o dalla popolazione, dunque non legittima. Si tratta perciò di concetti per cui vale una valutazione soggettiva.
Termine opposto a violenza è non violenza, utilizzato da Gandhi in poi per definire tecniche pratiche di opposizione civile in contesti socio-politici in cui erano presenti situazioni di crisi economica, discriminazione razziale, violazione dei diritti civili e umani.

Registrati via email