Ominide 2755 punti

La Riforma Cattolica fu determinata dalla nascita di nuovi ordini religiosi quali i barnabiti o somaschi.
Ordine particolarmente importante fu quello della compagnia di Gesù, ovvero i gesuiti, fondati da Ignazio di Loyola. Egli era un generale rimasto ferito quindi ebbe modo di trascorrere tempo a casa a meditare e riflettere. Si convertì al cattolicesimo e fondò la Compagnia di Gesù con lo scopo di cattolicizzare le aree protestanti. Ignazio sosteneva che le eresie non dovessero essere combattute con le armi ma con la cultura.
I gesuiti obbedivano direttamente al Pontefice, non al vescovo ed erano suddivisi in province, non in diocesi, subordinate all’autorità di un padre gesuita provinciale.
Caratteristica fondamentale dei gesuiti era la profonda cultura, per prendere i voti era necessario aver studiato filosofia, teologia e un’altra materia e avere piene maturità psicologiche e intellettuale. A questo proposito Ignazio istituì dei collegi volti alla formazione di coloro che avrebbero voluto entrare a far parte dell’ordine. Il programma scolastico adottato era definito nella Ratio Studiorum, un ampio documento articolato in 30 articoli che definiva inoltre le norme di comportamento da seguire. L’unica lingua parlata era il latino.

Requisiti necessari per diventare gesuita erano l’obbedienza assoluta e remissività di un cadavere. Bisognava eseguire un’abnegazione di se stessi: annullare se stessi, il proprio senso critico e avere una completa devozione e obbedienza verso i superiori.

Registrati via email