mauella di mauella
Ominide 86 punti

Modello medico. Tutte le disfunzioni rimandano a cause organiche che si configurano come malattie. Di conseguenza, occorrono interventi terapeutici per la riabilitazione e successivamente si avvia l'integrazione nella scuola e nella società. Aspetto positivo: la conoscenza del deficit. Aspetto negativo: la pretesa di normalizzare il disabile in struttore esclusivamente specialistiche, inoltre è l'alunno che deve adattarsi alla scuola e non viceversa. infine, si ha una tendenza a medicalizzare anche gli studi come dislessia, disgrafia e discalculia.

Modello della patologia sociale. Questo modello identifica il momento della normalizzazione con quelo dell'integrazione e prevede un adattamento della scuola all'alunno. Aspetto positivo: mantenere collegati i due momenti di normalizzazione e integrazione. Aspetto negativo: considerare il disabile come un soggetto che deve essere normalizzato in funzione del suo adeguamento alle esigenze sociali.

Modello ambientale. il disabile è un alunno le cui difficoltà vanno interpretate in relazione alla scuola che deve adattarsi alle esigenze dell'alunno disabile. prevede un'integrazione precoce, l'offerta di servizi differenziati e un'educazione specializzata da affiancare all'educazione normale. Aspetto positivo: l'integrazione precoce e l'intreccio di educazione normale (momenti comuni) con l'educazione specializzata (apprendimento individualizzato). Aspetto negativo: preponderanza dell'obbiettivo di socializzazione su quello dell'istruzione del disabile.

Metodo antropologico. Così chiamato perchè considera il disabile nella sua integrità e nella sua specificità di persona. il metodo non ignora il deficit e la disabilità, ma li affronta con interventi riabilitativi riconoscendo al disabile una sua "originalità" che va ricercata e provocata con opportune esperienze educative. in comune con il metodo ambientale ha: 1) l'integrazione precoce; 2) l'adattamento della scuola al soggetto; 3) personale specializzato. Aspetto positivo: l'accento è posto sulla qualità dell'interazione tra il soggetto e la classe. Aspetto negativo: rischio che l'aspetto comunicativo prevalga su quello riabilitativo e dell'apprendimento.

Registrati via email