Ominide 92 punti

L'attivismo Marxista: Makarenko

Con l’aggettivo marxista possono essere definite tutte le concezioni politiche, filosofiche o scientifiche che si rifanno al filosofo ed economista Karl Marx, secondo il quale la storia della società è determinata da rapporti di produzione economica, capaci di condizionare lo sviluppo degli individui. Marx sostiene che sia necessario abolire la proprietà privata, collettivizzare i mezzi di produzione e realizzare una società comunista. In quest’ottica è importante parlare di Makarenko.
Makarenko delinea la sua pedagogia soprattutto a partire dai problemi concreti posti dall’attività prati-ca. Egli ritiene che il cittadino sovietico non possa vivere e operare i solitudine in quanto la nazione sovietica è per natura il paese della collettività. La società diventa quindi il sistema di orientamento anche nella scuola: i valori del socialismo diventano i valori della scuola deve trasmettere ai giovani perché essi migliorino il sistema sovietico. Ad una educazione libera Makarenko contrappone una pedagogia della lotta, cioè una forma di educazione politica che si concretizza in un’esperienza sociale autentica e impegnativa. Elemento fondamentale è la collettività, ma non si intende semplicemente un insieme di persone ma la partecipazione generale al lavoro comune. Il gruppo quindi delle persone non è legato da valori come l’amore, l’amicizia ma è costituito da una struttura gerarchica, tenuto insieme da legami ideologici e operativi. La scuola è intesa come collettivo pedagogico. Essa ha un capo direttore e si sud-divide nel collettivo degli insegnanti e in quello dei ragazzi, a sua volta articolato in ulteriori gruppi per una divisione del lavoro. Importante è l’assemblea, in cui tutti sono chiamati a decidere e discutere l’impostazione da dare alla vita comune. Il senso di identità viene accentuato da riti, simboli e cerimonie per creare nei giovani il senso di un’identità collettiva e per incanalare le loro energie ed aggressività. Importante è il lavoro, il più alto valore sociale e la disciplina intesa non solo come ordine e obbedienza ma come un atteggiamento consapevole.
Dice inoltre che lo spirito militare è segno del gruppo, spirito di avventura, alla lotta
Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email