Teemo92 di Teemo92
VIP 3655 punti

Charles De l'Epée - Vita e pensiero

Charles De l'Epée (1716-1789) è il personaggio più rappresentativo nel panorama degli educatori dei sordi.
Nel 1771 ha fondato un luogo di accoglienza per sordi, divenuto la prima scuola pubblica per sordomuti. Gli si riconosce il merito di essere l’ideatore del metodo dei segni metodici, o metodo epeano, una metodologia didattica fondata sulla mimica.
Partendo dai gesti spontanei utilizzati dai sordomuti nelle loro comunicazioni, de l’Epée ne aggiunge altri per esprimere parole e concetti astratti; dunque perfeziona il linguaggio mimico spontaneo completandone la grammatica e la sintassi, affiancando all’uso dei gesti e delle mani quello delle braccia e delle espressioni del volto. Dall’approccio di de l’Epée è possibile desumere i principi pedagogici e i postulati di base:
- L’insegnamento della comunicazione deve avvenire attraverso i canali visivi, tattili e cinestesici;

- L’insegnamento partirà dal conosciuto e dai punti di forza dell’allievo per
raggiungere gradualmente il nuovo;
- Per il raggiungimento degli obiettivi stabiliti e attesi è necessario osservare le
caratteristiche di ogni allievo per trasformare le disuguaglianze iniziali in
opportunità educative;
- Se il bambino sordo non comprende quanto gli viene insegnato, vuol dire che ci si è espressi male. Il sordo non presenta problemi di astrazione.

Hai bisogno di aiuto in Pedagogia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email