Genius 5605 punti

Sturm und Drand

Il principale movimento del preromanticismo tedesco fu lo Sturm und Drang che riconosceva come maggiori protagonisti Goethe e Schiller. C’era il tema della natura istintiva e selvaggia e veniva esaltata la genialità. Vi era la ricerca di una sensibilità nazionale tedesca che portava alla creazione di forme letterarie nuove di stampo popolare e quindi non codificate dal classicismo. Importante elemento dello Sturm und Drang fu l’anticlassicismo. Si comprese che gli schemi classici erano inadeguati per esprimere la nuova sensibilità. Il romanticismo guardò con tanto entusiasmo al Medioevo, che fu quel momento storico in cui la solarità classica era tramontata.
L’Illuminismo è un fenomeno molto meno lineare rispetto a quanto appaia in realtà. Il preromanticismo inglese è caratterizzato da una poesia sepolcrale. Il maggiore esponente è Thomas Gray (autore di Elegia scritta in un cimitero campestre) e James Macpherson (autore dei Canti di Ossian). I Canti di Ossian ebbero un notevole successo sebbene si tratti di un’opera mediocre. Il preromanticismo però aveva bisogno di nuove forme letterarie. L’Ossian fu tradotto in italiano nel 1782 da Melchiorre Cesarotti ed ebbe una notevole influenza anche negli scrittori italiani come Foscolo che scrisse Dei sepolcri. Nell’Ossian si trova un sentimentalismo straziante e una gamma di paesaggi cupi e tipicamente nordici. L’Italia rimase imprigionata dalle sue tradizioni classicistiche e non conobbe mai fenomeni interessanti come avvenne invece in Germania con lo Sturm und Drang. Le varie espressioni del preromanticismo europeo trovarono realizzazione soprattutto in Foscolo.

Schiller con la sua opera I masnadieri introdusse il fenomeno del titanismo. La letteratura tedesca aveva un ruolo fondamentale nel panorama europeo. Schiller fu un autore importantissimo in Germania nella seconda metà dell’Ottocento e la sua opera conobbe una fama sconfinata. Egli incarnava i valori principali del romanticismo e nei suoi drammi si intravedeva una fondamentale punizione educativa per l’intera società tedesca. Importante fu lo slancio titanico che fu uno dei grandi miti del romanticismo europeo. I masnadieri nell’Ottocento era un simbolo da tutti riconosciuto come grande mito romantico. Nell’opera di Schiller si ritrova un’indagine delle profonde ragioni di carattere socio-politico che stavano alla base di certi aspetti della sensibilità romantica come l’inquietudine. Alla fine del Settecento i giovani intellettuali tedeschi erano influenzati dagli ideali della rivoluzione francese e anelavano a un cambiamento radicale della società. Questa spinta fortissima in Germania fu frustrata perché c’era un forte potere aristocratico e una borghesia placidamente sottomessa a quel sistema sociale. L’immobilismo borghese impediva lo sfociare di rivolte. Da questo clima venne favorita la creazione della sensibilità romantica. Schiller ebbe il merito di esprimere questo carattere nella sua opera d’arte. La poetica di Schiller era moderna anche perché ricercava un fondamento filosofico per la sua scrittura. Il suo punto di riferimento filosofico fu la Critica del giudizio di Kant. Sulla poesia ingenua e sentimentale fu un importante opera filosofica pubblicata da Schiller nel 1800. Schiller distinse la poesia degli antichi da quella dei moderni (con questo termine indicava se stesso e i romantici, i quali si ritenevano assolutamente moderni). La poesia degli antichi è caratterizzata da un rapporto positivo e quasi istintivo con la natura che genera tanta fantasia. Il tempo però ha allontanato l’uomo da questo rapporto e lo ha definitivamente compromesso attraverso il romanticismo. Schiller chiama la sua poesia “sentimentale” perché è alla ricerca di un’armonia con la natura ormai irrimediabilmente perduta.

Registrati via email