Habilis 2507 punti

Decadentismo - Le caratteristiche

La parola è di origini francesi nasce dalla critica francese. Il 1883 è noto come periodo decadentista. Decadentismo significa peggioramento della letteratura, ovvero rifiuta la fiducia nella scienza tipico del positivismo, i cui risultati sono stati fallimentari. Secondo i decadentisti la scienza non risolve nulla. Il decadente vuole comprendere ciò che sta al di là del reale, ovvero vuole capire come sia fatta la natura . Arthur Schopenhauer afferma che la realtà è costituita da un velo leggero e bisogna comprenderne l’interno. Il contatto con l’inconoscibile avviene in un luogo segretissimo, "L’inconscio" che è stata una scoperta di Sigmund Fred, il quale afferma come nell’uomo vi siano tre istanze: l'inconscio, il subconscio e la realtà. Il poeta decadente deve accedere necessariamente all’inconscio per scrivere. Vi è un modo: con alcool e droga, sostanze che provocano uno stato d'alterazione.

Il poeta è:
- Maledetto;
- Veggente;
- Esteta (cerca il bello checoincide con la verità che si trova all’interno delle cose). L’esteta lavora con lo sguardo, il quale distrugge tutte le cose.

Gli strumenti del poeta maledetto sono:
- Il linguaggio suggestivo;
- Il senso delle parole evanescente;
- La musicalità fonosimbolica;
- La sintassi vaga;
- Le metafore e simboli, corrispondenze tra poeta e irrazionale.

La poesia simbolista usa nuove figure retoriche tra cui:
- La sinestesia che fornisce il contatto con due parti diverse (due sensi);
- L'analogia che si crea mediante un collegamento tra due parole diverse, ma con lo stesso senso.

Registrati via email