Gregorio Paltrinieri verso Rio: 'Il mio obiettivo? Toccare davanti a tutti'

manliogrossi
Di manliogrossi

Gregorio Paltrinieri: “L’obiettivo è toccare davanti a tutti”

A Londra il 5° posto mi ha soddisfatto tantissimo, a Rio però non sarebbe il massimo”. A parlare è Gregorio Paltrinieri, specialista dei 1.500 metri stile libero della nostra nazionale di nuoto. Dopo il record mondiale in vasca corta e quello europeo in vasca lunga, in molti lo danno come favorito per la medaglia più prestigiosa: l’oro olimpico. Deciso a “toccare per primo”, ‘Greg’ come ormai tutti lo chiamano, è apparso sicuro delle sue capacità e chissà la sua determinazione potrebbe portarlo a segnare un nuovo record. D’altronde abbassare di qualche centesimo il suo tempo è per lui una sfida più semplice della maturità sostenuta qualche anno fa, nonostante alla fine sia riuscito a strappare alla commissione un buon voto. A scuola, come lui stesso afferma, aveva la media del 7,5 “quindi alla fine ho avuto 80”. Oltre ad esser un campione quindi, è stato anche un bravo studente nonostante l’esame di maturità sia stato per lui emotivamente non facile da affrontare.

Guarda l'intervista a Gregorio Paltrinieri

L'AVVERSARIO DA BATTERE – Il nuoto fa parte del suo DNA, papà Paltrinieri infatti è un ex-nuotatore agonistico e gestisce la piscina dove Greg ha iniziato a muovere le prime bracciate. Inizialmente la sua specialità è stata la rana e solo durante l’adolescenza è diventata lo stile libero. Da quel momento Gregorio ha iniziato a conquistare una medaglia dopo l’altra, arrivando ad essere per tutti l’avversario da battere nei 1.500 metri stile libero. Dopo gli ultimi record, quello europeo e quello mondiale, non resta quindi che sperare di vederlo salire sul gradino più alto del podio alle prossime Olimpiadi di Rio!

Manlio Grossi

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta