Che scuola ha fatto Eddie Vedder dei Pearl Jam?

redazione
Di redazione

Che scuola ha fatto Eddie Vedder?

Talmente affezionato alla sua scuola da volerci tornare dopo tanti anni per rivedere i suoi vecchi amici e sostenere i professori nelle loro attività di solidarietà. Lui, che nel frattempo ha vissuto mille esperienze, diventando un simbolo non solo della musica mondiale. Stiamo parlando di Eddie Vedder. Un nome inevitabilmente legato a quello dei Pearl Jam, gruppo tra i padri fondatori del Grunge americano, movimento rock tra i più influenti degli anni ’90, che ha annoverato tra le sue fila formazioni che non hanno bisogno di presentazioni: Nirvana, Alice in Chains, Soundgarden, per citarne alcuni. Propio di lui abbiamo parlato su Virgin Radio all’interno della trasmissione Buongiorno Dr. Feelgood e Mr. Cotto.

Non solo musica: politica, attivismo e solidarietà sempre al centro della sua vita

Eddie, però, non è stato solo il frontman della band di Seattle. In quasi 30 anni di carriera ha sperimentato vari mondi: ha scritto colonne sonore di film pluripremiati (Dead Man Walking e Into the Wild su tutti), si è impegnato in prima persona per difendere la causa ecologista, ha sempre fatto attivismo politico per i diritti delle minoranze, ha partecipato a tantissimi concerti benefici. Uno dei quali proprio nella sua vecchia high school, la San Dieguito Academy di Encinitias (in California), dove l’anno scorso ha supportato una band composta da ex alunni e docenti per raccogliere fondi.

Un’infanzia difficile e tanta voglia di riscatto che si trasformano in musica

Perché, anche se non si può dire che Eddie sia stato uno studente modello, probabilmente quella scuola gli ha dato molto. A partire dall’affetto che in famiglia gli è spesso mancato. La sua non è stata un’infanzia facile: portato via da Chicago – sua città di nascita – dopo il divorzio tra i genitori, quando aveva appena un anno di vita, è cresciuto credendo che il secondo marito della mamma fosse il vero padre (da lui prese anche il cognome, scoprendo la verità solo in età adulta, quando il suo papà biologico era già morto).

Ascolta l'intervento di Daniele Grassucci, co-founder di Skuola.net a Buongiorno Dott. Feelgood e Mr. Cotto su Virgin Radio

Ascolta "Che scuola ha fatto Eddie Vedder - Daniele Grassucci - 28032017" su Spreaker.

Sceglie il cognome della madre per iniziare la carriera nel rock

A dodici anni riceve in regalo la prima chitarra. La musica diventa presto il mondo in cui rifugiarsi. Anni dopo, la sua adolescenza diventerà spesso protagonista dei testi dei Pearl Jam. Il materiale non gli manca di certo: la mamma divorzia anche dal secondo marito e ritorna a Chicago, lasciando Eddie con il patrigno. Ma dopo poco, visto il pessimo rapporto l’uomo, il ragazzo decide di lasciare la scuola per raggiungere la madre e sceglie anche di prenderne il cognome da nubile: Vedder (il suo vero nome sarebbe Edward Louis Severson III, cognome del vero papà).

Nonostante tutto resta il legame forte con quella scuola di San Diego

A vent’anni, però, Eddie si sposta di nuovo per tornare a San Diego. Stavolta con l’obiettivo di diventare definitivamente un musicista. Per inseguire il suo sogno fa tanti lavori (come la guardia di sicurezza o il benzinaio) mentre, parallelamente, invia delle demo con la speranza di essere ascoltato dalla persona giusta. La sua voce è profonda, quasi roca; i suoi testi sono pieni di rabbia. Proprio quello che cerca una band emergente di Seattle: i Pearl Jam. Da quel momento inizia a girare il mondo, senza però dimenticare mai la sua vecchia scuola.
Commenti
Skuola | TV
Maturità 2017: correggiamo la Seconda Prova

Assieme ad una tutor di matematica e ad una di latino, commenteremo le tracce della Seconda Prova del liceo classico e dello scientifico!

22 giugno 2017 ore 16:30

Segui la diretta