Home Invia e guadagna
Registrati

Password dimenticata?

Registrati ora.

Compiti per le vacanze, non servono

I compiti per le vacanze di Natale sono una croce, ma almeno servono? Ecco le opinioni degli esperti: Giuseppe Bertagna, professore di Pedagogia all'Università di Bergamo, e Mario Rusconi, dirigente scolastico

di: Cristina.M - 28 dicembre 2012 25 commenti
E io lo dico a Skuola.net
compiti per le vacanze natalizie: serve assegnare i compiti per Natale? Ne parlano Giuseppe Bertagna e Mario Rusconi

L’annoso problema dei compiti delle vacanze di Natale angoscia migliaia di studenti e accende discussioni tra professori: è giusto far studiare gli studenti anche nei periodi di vacanza?
Skuola.net ha chiesto il parere di due esperti: Giuseppe Bertagna, pedagogista e professore ordinario all’Università di Bergamo, e Mario Rusconi, dirigente scolastico.

STUDIARE PER CAPIRE I SALDI POST NATALIZI - Secondo il professor Bertagna, l’utilità dei compiti durante le vacanze dipende dalla tipologia di attività assegnate. Ci sono compiti che “servono più per espiazione e per disciplinamento – sostiene Bretagna – insomma per far capire chi comanda, che per apprendimento. Io sono per i compiti di apprendimento. E li ritengo utilissimi”. Anche perché, continua, “Una competenza non esercitata si atrofizza nel tempo”. Ma c’è di più, perché i compiti servono “non solo per mantenere la padronanza delle tecnicalità apprese, ma anche e soprattutto per essere in grado di applicarle a compiti reali, autentici, di vita quotidiana, superando la distanza tra scuola e vita e facendo capire che si può essere a scuola anche quando si è in vacanza (e viceversa). E per far capire meglio questo concetto avanza un esempio: “Gli integrali si possono collegare benissimo ai saldi post natalizi o agli speculatori di borsa che hanno fatto perdere soldi ai genitori”.

RUSCONI: I COMPITI PER I GENITORI – Anche il professor Mario Rusconi sembra essere dello stesso parere. "Per i ragazzi delle scuole elementari e medie – sostiene Rusconi – ritengo che i compiti per le vacanze siano superflui. È invece molto utile leggere, a tutte le età, libri e articoli di giornale”. Il suo punto di vista, però, cambia leggermente se ci si riferisce alle scuole superiori. In questo caso “È utile fare degli esercizi di matematica, latino o greco, in base alla scuola che si frequenta. In ogni caso, non credo serva a qualcosa caricare i ragazzi durante le vacanze”. A sorpresa, invece, assegna un compito per i genitori degli studenti: “Dovrebbero sfruttare il periodo di vacanza per portare i ragazzi in giro per musei e chiese e, soprattutto, per invogliarli alla lettura”.

Appunti medie
Appunti superiori
Forum


Qual è il vostro punto di vista sui compiti per le vacanze?

Cristina Montini
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare