Prodotti difettosi: come tutelarsi

giorgia m.
Di giorgia m.

come difendere i nostri diritti quando acquistiamo prodotti difettosi

Ogni volta che compriamo un bene, questo ha una garanzia, precisamente una garanzia legale di conformità, che dura due anni: questa dovrebbe tutelarci in caso di acquisto di prodotti difettosi, che funzionano male o non sono adatti all’uso per i quali dovrebbero essere stati creati. Questa garanzia è obbligatoria, gratuita, inderogabile e ognuno di noi può sventolarla davanti al naso del venditore in caso di problemi.

QUANDO SI PUO’ USARE LA GARANZIA

– Quando compriamo della merce in garanzia, la possiamo impugnare quando ci accorgiamo che, all’evidenza, il bene che abbiamo comprato è una vera e propria sòla: ma quali sono i criteri per i quali possiamo dimostrarlo obiettivamente? Prima di tutto, per essere conforme, un certo tipo di prodotto deve essere idoneo all’uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo, altrimenti, possiamo ricorrere alla garanzia. Allo stesso modo, possiamo farlo quando questo non è idoneo all’uso da noi voluto e chiesto al venditore, o non è corrispondente alla descrizione fatta dal venditore o non possiede le qualità pubblicizzate e descritte dall’etichetta. Stessa cosa per tutti quei prodotti che ci sono stati mostrati dal venditore attraverso un campione o un modello, ma che poi da questo si rivelano molto diversi.

BRUTTI INCONVENIENTI

– Può capitare che, nonostante ne abbiamo il diritto, ci viene negato di poter usufruire della garanzia, o che questi ci rimandi ai centri assistenza o al produttore del bene per evitare di cambiare il prodotto o rimborsarci. Peggio ancora, può capitare che ci richiedano spese aggiuntive per la riparazione o che rifiutino di attivare la garanzia legale per beni usati o in saldo: sappiate che sono in torto.

SAPERSI DIFENDERE

– Per difenderci, è importante sapere quali sono i nostri diritti e doveri per quanto riguarda la garanzia legale. Innanzitutto, questa dura due anni, ma la prova di acquisto va conservata (meglio fotocopiare gli scontrini fiscali per evitare la cancellazione del testo sulla carta chimica). Poi, ricordatevi che la garanzia si applica a tutte le vendite di beni mobili di consumo, anche usati e in saldo, e che il termine per la denuncia del difetto è di due mesi dalla sua scoperta. Questa denuncia va formulata per iscritto e va indirizzata al venditore, l’unico soggetto responsabile nei confronti di voi consumatori. In caso di accertato difetto, possiamo pretendere dal venditore che il bene sia sostituito o riparato, e senza spese aggiuntive.
Tuttavia, se la riparazione o la sostituzione sono oggettivamente impossibili o eccessivamente onerose, oppure abbiamo già sostituito e riparato ed è stato ancora più problematico che non averlo fatto, possiamo richiedere direttamente di annullare la vendita e di farci restituire i soldi, o almeno la riduzione del prezzo.

NON FARTI FREGARE

- E se il tuo venditore continua a darti problemi per quanto riguarda la garanzia, la soluzione è rivolgerti all'Unione Nazionale dei Consumatori. Normalmente, per l'iscrizione e l'assistenza bisogna pagare una quota associativa, ma solo per gli utenti di Skuola.net tutto questo è gratis nelle prossime settimane. Iscriviti subito per approfittare di questo vantaggio!
Vuoi saperne di più? Clicca qui >>

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta