Specializzazioni mediche, il decreto è in Gazzetta

pubblicato in gazzetta ufficiale il decreto per le specializzazioni mediche per giovani medici


IL DECRETO -E' stato pubblicato oggi in Gazzetta ufficiale il decreto che cancella i concorsi locali e rimette ad un concorso nazionale l’ingresso nelle Scuole di

specializzazione medica

. Il testo, firmato dal ministro Stefania Giannini, cambia dunque il sistema di selezione degli specializzandi medici: ciascun candidato, al momento della domanda di accesso, potrà scegliere complessivamente fino a sei

Scuole di specializzazione area medica

, anche appartenenti ad Aree diverse come Medica, Chirurgica e Servizi Clinici.

SPECIALIZZAZIONE MEDICA

, IL CONCORSO – Si terrà alla fine del prossimo mese di ottobre il primo concorso nazionale dedicato ai

giovani medici

: i bando sarà pubblicato la prossima settimana. La prova d’esame sarà scritta e telematica.

LA PROVA D'ESAME - I candidati, aspiranti

specializzandi

,secondo quanto previsto dal Miur, dovranno rispondere a 110 quesiti a risposta multipla: 70 su argomenti caratterizzanti il corso di laurea di Medicina, 40 su scenari predefiniti, di dati clinici, diagnostici e analitici, di cui 30 quesiti comuni a tutte le tipologie di Scuola appartenenti alla medesima area e 10 quesiti specifici per ciascuna tipologia di Scuola. La prova sarà svolta in una o più sedi, nella stessa data e allo stesso orario per tutte le Scuole appartenenti alla medesima area.

PUNTEGGIO DELLA PROVA - Ogni risposta esatta vale 1 punto, ogni risposta non data corrisponde a 0 punti, ogni risposta errata a -0,30. La valutazione dei 10 quesiti specifici per ciascuna Scuola ha un peso maggiore: 2 punti per ogni risposta esatta, 0 per ogni risposta non data e -0,60 per ogni risposta errata. I

giovani medici

devono sapere che non è ammessa durante la prova la consultazione di alcun testo cartaceo o digitale. Non è consentito l’uso o la detenzione di telefoni cellulari o di altri strumenti elettronici o telematici, pena l'esclusione.

LA COMMISSIONE D'ESAME - Ci sarà un’unica Commissione nazionale a validare i quesiti che saranno proposti ai candidati per i

concorsi medici

. La Commissione sarà composta da un direttore di una Scuola di specializzazione, con funzioni di Presidente, e da cinque professori universitari per ciascuna Area. La Commissione nazionale specifica anche i criteri per l’attribuzione del punteggio relativo ai titoli di studio.

PUNTEGGIO PER TITOLI - Ai titoli saranno attribuiti fino a 15 punti di cui: fino a 2 punti per il voto di laurea, fino a 13 per il curriculum degli studi. Di questi fino a 5 in base alla media aritmetica complessiva dei voti degli esami sostenuti, fino a 5 in base ai voti presi negli esami fondamentali del corso di laurea e caratterizzanti o specifici in base alla Scuola scelta, fino a 3 punti per altri titoli, ovvero 1 punto per tesi sperimentale e 2 per il titolo di dottore di ricerca in una disciplina affine alla tipologia della Scuola scelta.


Per ulteriori informazioni clicca qui


Lorena Loiacono

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta