Sbagliano ISEE: supermulta e sciopero fame

sciopero della fame protesta a La Sapienza degli studenti multati

Da lunedì i ragazzi de La Sapienza multati per uno sbaglio nella compilazione dell'Isee che ha portato al mancato pagamento di poche decine di euro sono in sciopero della fame. Un vero accampamento è stato organizzato dai ragazzi all'entrata del Rettorato, con striscioni e cartelli che manifestano la loro rabbia. Le multe, considerate eccessive, vanno dai 2000 ai 4300 euro e per di più ora è a rischio anche la loro carriera universitaria. Gli studenti colpiti sono circa 1400, tutti appartenenti alla fascia più debole economicamente, quella dai novemila ai dodicimila euro.

MULTA TROPPO ALTA - Tutto nasce da un errore degli studenti, provocato dalla consueta poca chiarezza delle procedure universitarie che i ragazzi purtroppo conoscono bene. La procedura di complicazione del modulo Isee per l'inquadramento in fasce finalizzato al pagamento delle tasse, infatti, è stata modificata all'inizio dell'anno, ed alcuni studenti, non essendone al corrente, hanno continuato a dichiararsi appartenenti alla vecchia fascia. Il Caf non è poi stato loro d'aiuto, in quanto gli stessi operatori sono incappati negli stessi errori. Spesso la differenza di importo delle tasse, tra una fascia ed un altra, si riduce a poche decine di euro, ma la sanzione per questo errore di dichiarazione del reddito è salatissima: si va dai 2mila ad oltre i 4mila euro. I 1400 studenti multati, oltretutto, apparterrebbero tutti alla fascia più debole economicamente.

LA TESTIMONIANZA DEGLI STUDENTI - I ragazzi si sono perciò riuniti in una protesta che, da lunedì, ha comportato un presidio di fronte al Rettorato e il contemporaneo sciopero della fame. Il quotidiano Il Messaggero ha riportato le testimonianze di due studenti coinvolti nella protesta. Alessandra è passata dalla terza alla quarta fascia, e avrebbe dovuto pagare circa 55 euro in più rispetto all'anno scorso. Ma non avendo compilato correttamente il modulo Isee, si ritrova a pagare una multa molto salata. Riccardo, studente di ingegneria, sostiene che gli è stata comminata "una multa da 4268 euro per un mancato pagamento di 50."

LA RISPOSTA DELL'UNIVERSITA' - La risposta dell'Università è stata una lettera in cui "si parla di blocco della carriera università" sostengono gli studenti, per cui molti di loro temono di non potersi laureare. "Tra qualche mese mi devo laureare" sostiene Riccardo "e per paura di vedermi bloccare la carriera universitaria ho iniziato a pagare le rate della multa". La Sapienza, nel frattempo, dichiara di aver abbassato le multe da 4mila a 2mila euro. "Abbiamo scelto la strada della severità verso gli evasori a favore di tasse meno alte rispetto agli altri atenei. E' stato inoltre sospeso il provvedimento di blocco della carriera universitaria".

E tu pensi che gli studenti dovrebbero pagare la multa o no?

Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta