Gelmini: nuove regole per diventare insegnanti

Cristina Montini
Di Cristina Montini

nuove regole per l'insegnamento

Presentate questa mattina dal Ministro Gelmini le nuove regole per diventare insegnanti: un anno di tirocinio, determinazione del numero di docenti in base alle necessità, più inglese e competenze tecnologiche.

DAL SAPERE AL SAPERE INSEGNARE - Nella conferenza stampa di questa mattina, il Ministro Gelmini ha presentato il Regolamento sulla formazione iniziale degli insegnanti dichiarando che ora “Si passa dal sapere al sapere insegnare. Con il nuovo tirocinio ci si forma soprattutto sul campo”. Le novità principali consistono nell’introduzione di un tirocinio pratico, l’indicazione del numero di docenti in base al fabbisogno per porre fine al precariato e permettere direttamente l’inserimento in ruolo, la previsione di lauree specifiche per ciascuna classe di abilitazione e, infine, una migliore preparazione per quanto riguarda l’inglese e le nuove tecnologie.

SCUOLA DELL'INFAZIA E PRIMARIA - Fin’ora bastava la laurea quadriennale con test di accesso al primo anno e la scelta, dopo il primo biennio, dell’abilitazione all’insegnamento. Ora, invece:

- laurea quinquennale a numero programmato con prova di accesso che consentirà di conseguire l’abilitazione per la scuola primaria e dell’infanzia
- rafforzamento delle competenze disciplinari e pedagogiche
- aumento del tirocinio a scuola e introduzione di un apposito percorso laboratoriale per la lingua inglese e le nuove tecnologie
- introduzione, in tutti i percorsi, di insegnamenti che permettano una preparazione verso gli alunni con disabilità

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO - Prima era necessaria la laurea magistrale e 2 anni di SSIS (Scuola di Specializzazione per l'Insegnamento Secondario). Ora , invece:

- laurea magistrale con rigorosa selezione e numero programmato in base alle effettive esigenze del sistema nazionale di istruzione
- un anno di tirocinio formativo attivo (475 ore di tirocinio a scuola, di cui almeno 75 dedicate alla disabilità) sotto la guida di un insegnante tutor

TIROCINIO E INGLESE - Chiudono, quindi le SSIS per le secondarie di primo e secondo grado, sostituite dal Tirocinio Formativo Attivo e vengono previsti percorsi di specializzazione per il CLIL (Content and Language Integrated Learning) ovvero l’insegnamento nella scuola secondaria di secondo grado di una materia non linguistica in lingua straniera.

PER CHI GIA' HA LA LAUREA - La nuova formazione iniziale degli insegnanti, a livello universitario partirà con l'anno accademico 2011/2012. Chi si è già laureato potrà conseguire l’abilitazione per la secondaria di primo e secondo grado accedendo, dopo un test preselettivo ed esami scritti e orali, all’anno di tirocinio formativo attivo a numero programmato e che, si legge nel comunicato stampa di questa mattina, potrà essere attivato da questo anno accademico. Si terrà conto, comunque, il servizio svolto a scuola, il dottorato di ricerca e l’attività svolta in università. Per conoscere quali saranno le lauree magistrali che daranno la possibilità di insegnare alle medie e alle superiori bisognerà attendere la pubblicazione di un nuovo decreto.

Cristina Montini

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta