Arriva la bici da zaino per studenti cittadini

Margherita Paolini
Di Margherita Paolini

ingegnere di 30 anni ha progettato una bicicletta con ruote senza raggi, e riponibile nello zaino

Potrebbe trattarsi di un’invenzione che rivoluzionerà gli spostamenti in città rispettando l’ambiente, ma soprattutto agevolando la vita a migliaia di studenti e giovani lavoratori abituati quotidianamente a percorrere tragitti tortuosi, tra treno, tram e bus. Parliamo della praticissima Sada bike, la bicicletta che porta ovviamente il nome del suo inventore, un giovane ingegnere italiano. Ciò che differenzia la Sada bike da qualsiasi altra bicicletta è l’assenza, nelle ruote, dei raggi.

UNA BICI SENZA RAGGI- Il giovane studente che ha conseguito il diploma di laurea nel corso di Ingegneria dell’Autoveicolo del Politecnico di Torino, ideando questo progetto che potrebbe cambiargli la vita ha pensato certamente a come rendere più semplice e confortevole il viaggio quotidiano tra tratte a “pedali” e tratte sui mezzi pubblici che moltissime persone affrontano per motivi di studio o lavoro. Così nasce la bicicletta che può stare comodamente piegata in uno zaino o in un trolley da viaggio e che delle vecchie ruote a raggiera non conserva traccia. Un telaio pieghevole e delle leggerissime ruote sono la caratteristica vincente dell’invenzione di Sada.

IL PROGETTO- Il giovane ingegnere già nel 2010 si era accaparrato per questa sua trovata brillante un posto nella classifica dei 200 giovani talenti d’Italia che portava la firma dell’allora ministro Giorgia Meloni. Prima della discussione della sua tesi, ovviamente ruotante attorno alla sua bicicletta del futuro, aveva depositato alla Camera di Commercio di Torino il brevetto dell’invenzione. Poi Sada si è dedicato alla realizzazione di un vero e proprio prototipo, realizzazione completamente autofinanziata per una cifra di 4000 euro, costo abbastanza contenuto grazie al sostegno di Palmec, azienda specializzata in meccanica di precisione dalla quale l’ingegnere della bike ha ottenuto alcuni materiali.

UNA BICI DA 1500 EURO- Ma oggi la Sada bike potrebbe avere sul mercato un valore di circa 1500 euro, cifra raddoppiabile per un telaio a carbonio: “Può sembrare una cifra molto elevata ma, se confrontata con alcuni modelli pieghevoli, ci può stare. Vorrei che fosse un prodotto di qualità, rigorosamente made in Italy”. Al giovane dunque la bici senza raggi, sebbene non sia valsa il 110 e lode auspicato al conseguimento del diploma di laurea, potrebbe oggi promettere una vera e propria fortuna.

Margherita Paolini

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta