Vasco cade, ma il suo rock rimane in piedi

Cristina Montini
Di Cristina Montini

Beccare qualcuno che non sappia che il 6 novembre Vasco Rossi sia caduto sul palco durante un concerto a Caserta è difficile, ma ancor più arduo è pensare che qualcuno di voi non sia informato della reazione avuta dal rocker italiano al gran vociferare dei media. Ma se ve lo siete persi, vi raccontiamo tutto noi e vi dimostriamo che quello che importa davvero nella vita non è cadere, ma sapersi rialzare.


PER DINDIRINDINA… - Immaginate un mare di fan cantare all’unisono “Albachiara”, con gli occhi fissi verso il palco, immaginateli sognare su quelle celebri note un amore passato, presente o desiderato, e immaginateli essere consapevoli che quel concerto non lo dimenticheranno mai; e poi immaginateli con gli occhi emozionati osservare il loro idolo, Vasco, lo vedono cantare, sporgersi verso di loro, poi indietreggiare, voltarsi e… patapum… inciampare, perdere l’equilibrio, incurvarsi e sbattere il muso sul palco. Dall’emozione al riso è un attimo, un breve, misero, ma intenso e fetente istante, un piede al posto sbagliato nel momento sbagliato e tutti, ma proprio tutti che stanno lì a guardare e qualcuno addirittura è pure pronto a riprenderlo! E ovviamente il video amatoriale poi approda su Facebook, YouTube, e in breve tempo riceve così tanti click che diventa un cult.

ALZI LA MANO A CHI NON E’ MAI SUCCESSO - D’altronde la caduta è da sempre la scena comica per eccellenza, da Stanlio & Ollio a Mr Bean, dalle commedie del passato alla parodie contemporanee, è il pezzo forte che assicura la risata del pubblico. E ad ogni modo, a chi non è mai capitato di inciampare in una caduta clamorosa almeno una volta nella vita. Nessuno può considerarsi indenne da questo tipo di figuraccia che è tanto più dolorosa e imbarazzante quante più persone sono attorno a noi. Ma, in genere, per noi comuni mortali le risatine durano qualche minuto, dopodiché qualcos’altro attirerà l’attenzione del nostro piccolo pubblico divertito. Quando questo accade ad un personaggio famoso, per di più nel bel mezzo di un concerto, invece, l’eco del tonfo rimane per giorni e giorni e, comprensibilmente, può far irritare la vittima claudicante.

LA RISPOSTA DI VASCO - Così è stato per il nostro povero Vasco che a sentire tanti pettegolezzi, derisioni e chiacchiere ad un certo punto ha detto basta! E ha deciso di mettere a tacere le voci che lo ridicolizzavano, ma a modo suo. Ha registrato un rapido video e lo ha messo in rete. Poche parole, ma un unico, essenziale, esplicito e chiaro gesto per far capire a tutti che lui, i piedi in testa non se li fa mettere da nessuno: un dito medio che ha espresso meglio di qualsiasi parola i suoi pensieri riguardo al polverone sollevato dal suo capitombolo.

DAL PALCO AL PRESEPE - Ecco, quindi, il messaggio indirizzato a quanti in questi giorni hanno imputato il suo ruzzolone ad una perdita di “colpi” a causa dell’età che avanza o per i postumi della sua “vita spericolata”. Vasco ha trovato, anche in questa occasione, il modo di far emergere il suo carattere rock che lo rende così tanto amato dai suoi fan, ma, allo stesso tempo, anche molto criticato da chi non apprezza i suoi modi risoluti e schietti. Secondo qualcuno la sua è stata una caduta di stile che, tuttavia, gli è valsa anche una posizione nel presepe napoletano con una statuina creata ad hoc da un artigiano che lo ha immortalato con il suo, poco religioso e tantomeno natalizio, dito medio bene alzato.

VASCO SI RIALZA - Ma, intanto, è suo “Il mondo che vorrei” che si afferma il vinile più venduto dell’anno e, con all’attivo nei negozi Tracks 2, una raccolta di brani inediti e rari e Vasco Rossi Rockstar, un doppio cd che raccoglie 30 canzoni e, ancora, un tour europeo che a breve lo vedrà protagonista, beh, forse, Vasco può aver ben dimostrato di sapere come ci si rialza in piedi.

Ora, diteci cosa ne pensate voi della reazione di Vasco, ma non limitatevi a questo: raccontateci il vostro capitombolo, quello che non dimenticherete mai! Lasciate i vostri commenti qui sotto.

Cristina Montini

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta