Attenzione all'mp3: rischio sordità

Daniele Grassucci
Di Daniele Grassucci


Quanti di voi hanno un lettore mp3? Penso la stragrande maggioranza. Ormai non possiamo più separarcene, ci andiamo in giro, ci studiamo, ci facciamo sport.... Ma a volte purtroppo esageriamo...col volume.

E questo può portare danni anche permanenti al nostro udito. I nostri timpani sono degli strumenti di precisione molto sensibili, se stressati troppo si "stancano", cioè subiscono un danno temporaneo. E' quello che capita quando andate in discoteca: per qualche ora, dopo la baldoria, diventate praticamente sordi. Se viene dato il giusto tempo, il nostro orecchio recupera questo danno e ritorna a funzionare normalmente.

Ma se questo riposo non gli viene concesso, queste deficienze temporanee diventano permanenti. Ascoltando ad alto volume la musica ore ed ore, ogni giorno, si può venire a creare proprio una situazione di questo tipo.

Ed è quello che è stato verificato da un'indagine del Royal National Institute for Deaf People (Rnid), secondo cui 72 giovani su 110 intervistati ascoltano il proprio mp3 a oltre 85 decibel, cioè a livelli superiori a quelli registrati in una strada trafficata (70 decibel) e poco meno di quelli emessi da un martello pneumatico (100 decibel). Il risultato, non è difficile crederlo, è che "con auricolari o cuffie si danneggia l'udito".

L'istituto britannico per le persone affette da sordità è preoccupato soprattutto per il dilagare della moda dei lettori mp3, il più famoso dei quali è proprio l'iPod.
Il Rnid aggiunge "chi ascolta musica con gli mp3 dovrebbe dotarsi di filtri per le cuffie o per gli auricolari capaci di ridurre i rumori di fondo, in modo da non rendere necessario alzare il volume della musica".

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta