Sogna la danza, gli rompono le gambe!

Nowitzki
Di Nowitzki

Ancora bullismo, un fenomeno che non smette mai di stupirci (in peggio). L’apparente tranquillità di quest’anno scolastico è stata rotta, qualche giorno fa, dalla diffusione della notizia che stiamo per raccontarvi. Vittima dell’episodio un novello Billy Elliot, maltrattato per via della sua passione della danza.

LA DANZA NEL CUORE – Siamo vicino Torino, Andrea ha 13 anni non sogna, come molti dei suoi coetanei di essere un poderoso wrestler o un calciatore miliardario, ma e’ innamorato della danza. La sua passione nasce dall’ammirazione per i ballerini della scuola, guardandoli ha subito capito ciò che gli sarebbe piaciuto fare non era correre dietro una palla, ma piuttosto, l’idea di riuscire ad essere leggero e armonioso, di volteggiare e compiere movimenti complicatissimi e affascinanti come solo i ballerini sanno fare. Fin qui sembra una bella storia, la storia di un ragazzo che non ha bisogno di seguire le masse o le mode del momento per essere felice.

SOGNO E VIOLENZA – Ovviamente, un ragazzo così innamorato delle sue passioni non può che attirare su di sé molte attenzioni. Così, due suoi compagni di scuola decidono che gli insulti e le vessazioni alle quali lo avevano sottoposto fino a quel momento non bastano più. Nonostante già lo scorso anno si siano divertiti ad infilargli la testa nel gabinetto, scelgono di andarci giù pesante e di dargli una lezione che non potrà dimenticare.
Dopo l’ora di ginnastica lo aspettano e dopo l’ennesimo scherzo, iniziano una lite col ragazzo finendo per accanirsi sulle gambe dello stesso. Calci, pungi, insulti. “E adesso prova a ballare, se ci riesci”, così gli avrebbero detto, mentre cercavano di togliergli il suo sogno.
Ora Andrea è a casa, cammina con le stampelle e soffre di una lesione ai legamenti di un ginocchio. Avrà bisogno di tempo per rimarginare le sue ferite, fisiche e non. Noi di Skuola.net siamo solidali con lui, gli siamo vicini e gli auguriamo con tutto il cuore di non cedere, perché se hai un sogno nel cuore non puoi mai sbagliarti. Seguilo e raggiungerai le stelle: speriamo che questo ostacolo servirà solo a rendere la sua passione più viva che mai.

FACCIAMO VINCERE IL SOGNO SULLA VIOLENZA
– Forse é normale che, chi non ha sogni, creda che toglierli agli altri sia l’unico modo di non provare quel senso di vuoto che scatena questa violenza insensata. Sono convinto, che dietro ogni atto di bullismo, ci sia quell’invidia profonda per chi invece ha trovato la sua felicità.
Il bullismo non e’ più semplice sfottò. Nel bene o nel male, da quando la scuola esiste, e’ sempre esistita, purtroppo, l’abitudine di bersagliare e rendere qualcuno vittima dei soprusi altrui.
Tanto che una persona molto saggia sosteneva che c'è sempre chi: “per sembrare più alto, ha bisogno di segare le gambe agli altri
Il bullismo però, non mira a far sembrare il bullo migliore della sua vittima: in molti casi, il bullo sfoga solo la sua frustrazione perché non é in grado di essere felice, come lo sono le persone che odia tanto. Invece di concentrare l’attenzione su di se, pensa che togliendo la felicità agli altri si sentirà meno inadeguato.
Il Bullo è figlio dell’egoismo che troppo spesso siamo spinti a ricercare, della competizione, del dover essere per forza tutti in un certo modo per essere accettati dai nostri coetanei…

Commenti
Skuola | TV
Amore e sessualità, quello che non sai sulla tua sicurezza

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta