Morgan: festival si o no?

Francesca Dominici
Di Francesca Dominici


In finale è bianca come l'aspirina, ma non è un farmaco. Eppure Morgan ha dichiarato di usarla come "antidepressivo". Una dichiarazione sulla droga seguita da tantissime polemiche hanno annullato la partecipazione dell'artista Morgan al Festival di Sanremo. Fino ad oggi almeno, perché in Italia spesso queste tempeste si traducono in un nulla di fatto: molti sostengono che Morgan chiederà scusa e verrà riammesso.

LA DICHIARAZIONE DI MORGAN - Qualche giorno fa ha fatto notizia la bufera che si è abbattuta su Morgan, a causa delle dichiarazioni che l'artista ha rilasciato ad un noto giornale sul suo rapporto con la droga: in una lunga intervista al mensile Max, Morgan affronta il tema "cocaina" e confessa di farne un uso abituale e a scopo "curativo" come antidepressivo, tanto che non ha nascosto neanche di essersi presentato più volte negli studi Rai "strafatto".

UNA DICHIARAZIONE CHE COSTA UN FESTIVAL - Queste dichiarazioni non potevano certo lasciare indifferenti e da subito hanno messo a repentaglio la partecipazione di Morgan al Festival della canzone italiana di Sanremo. Il direttore artistico del Festival Gianmarco Mazzi ha confessato di essere rimasto "senza parole di fronte a quanto dichiarato da Morgan».

OGNI DICHIARAZIONE HA UNA SMENTITA - Dapprima Morgan si è detto molto amareggiato di questa bufera che lo ha tristemente avvolto, e ha accusato il mensile di avere distorto e manipolato alcune sue affermazioni. Quasi istantanea è stata la smentita dell'artista sugli effetti benefici della droga e sulla sua inutilità oltreché sulla sua risaputa pericolosità. Morgan ha precisato di aver fatto uso di sostanze stupefacenti solo in passato e di non volere mai "divulgare come insegnamento o consiglio per i giovani l’uso di stupefacenti". Solo qualche giorno fa Morgan si descriveva come un uomo felice che collabora in modo "costruttivo" e serio con ragazzi giovani.

REGISTRAZIONI CHE INGUAIANO - Ma ogni smentita attira altre smentite e il caso Morgan ha innescato una serie di dichiarazioni a catena, non poteva mancare, così, anche la risposta di Max: il direttore Andrea Rossi afferma che nessuna intervista è stata carpita e che nessuna trappola è stata tesa al cantautore giudice dell'ultima serie di X-Factor, il servizio era in lavorazione da tempo e, stando a quanto detto dal direttore del mensile, il giornalista a cui era stato affidato l'articolo ha registrato circa due ore di conversazione con Morgan.

IL CASO SI CHIUDE - Ospite a Porta a Porta, Morgan, ha ammesso i suoi errori annunciando di non voler più andare sul palcoscenico dell'Ariston. Verso la fine della puntata il giudice di X-Factor ha dichiarato di essere vittima di se stesso.


UN CASO ITALIANO - Sembra di essere di fronte alla solita ipocrisia italiana. Ovvero ci si scandalizza di fronte a fenomeni eclatanti, ma si lascia passare ciò che abbiamo tutti i giorni sotto gli occhi, anche se altrettanto scandaloso. Morgan stesso ha dichiarato di essersi presentato spesso strafatto alla Rai: possibile che mai nessuno si sia accorto di questo e si sia posto il problema? Eppure Morgan è stato giudice per tutte le edizioni del seguitissimo X-Factor. Inoltre ci si pone adesso il problema dei modelli che i media offrono ai giovani. Ma allora che cosa ci fanno tronisti, gieffini & co. ancora in giro? Visto che siamo un paese ipocrita, tanto meglio riammettere Morgan al festival. Non ha senso escludere Morgan e trascurare tutto il resto.

Tu cosa ne pensi? Di la tua commentando la news

Francesca Dominici

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta