Ti lascio e te lo scrivo in bacheca

Cristina Montini
Di Cristina Montini

lasciare fidanzato

Cambiano i mezzi di comunicazione e con loro anche le tecniche per dare il due di picche. Nell’epoca del web 2.0 si molla il ragazzo tramite internet. Cambio del profilo, email, sms sono i metodi, purtroppo, sempre più usati per mettere fine ad un rapporto d’amore.

LASCIARSI VIA WEB - A studiare i nuovi modi in cui i fidanzatini di oggi si lasciano è stata Ilana Gershon, una professoressa dell’Università dell’Indiana, che con un saggio dal titolo “The breakup 2.0” ha analizzato come sta cambiando il comportamento degli innamorati con l’avvento dei nuovi mezzi di comunicazione e lei stessa ne è rimasta sorpresa.

BASTA AGGIORNARE IL PROFILO - Per la sua ricerca, la Gershon ha intervistato 72 persone chiedendo ad ognuno di raccontare come aveva lasciato il proprio partner o, suo malgrado, in che modo era stato scaricato. E tra le testimonianze raccolte anche quella di chi ha scoperto di esser tornato single da un aggiornamento del profilo di Facebook da parte del fidanzato e con l’icona di un cuoricino spezzato a coronare l’addio cibernetico.

GIÀ SUCCESSO SU WIKIPEDIA - Ma del “breakup multimediale” esistono anche tracce celebri come, ad esempio, quella che ha visto, già qualche anno fa, il fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales, lasciare la ragazza modificando la propria biografia sull’enciclopedia online. Da fidanzato a single semplicemente cliccando su “aggiorna” e spazzando via in un click momenti d’amore (quasi) indimenticabile.

PAURA DELLE BRUTTE FIGURE - Davvero è diventato così facile e indolore lasciarsi? Sebbene tutti gli intervistati della Gershon siano concordi nel ritenere che per mettere fine ad una storia d’amore sia sempre meglio “dirselo in faccia”, di fatto c’è chi nel momento in cui si trova l’amato di fronte proprio non ci riesce a parlare, si blocca. Ma soprattutto, sostiene la professoressa americana, c’è chi ha paura di passare per quello che è stato mollato e così preferisce metterlo in chiaro sulla bacheca e farlo sapere a tutti che è lui a dire basta e salvare, in questo modo, la dignità … convinto lui!

MEGLIO CON IL TELEFONINO - Dal libro “The breakup 2.0” emerge anche un’altra realtà non proprio consolante. Lasciarsi per telefono non è il massimo, ma di sicuro, viste le alternative, oggi è molto più accettabile di quanto non lo fosse qualche anno fa. Anche l’addio tramite cellulare è, come dire, diventato più digeribile.

VECCHIE SCUSE - Di certo non è che l’aggiornamento in bacheca della situazione sentimentale ci faccia rimpiangere i vecchi tempi in cui ci si lasciava con frasi del tipo “Scusa, ma ti amo troppo per continuare a stare con te” o “E’ meglio se ci prendiamo un periodo di pausa per riflettere” dette con occhi lucidi e voce sommessa. Tuttavia con tanti modi per comunicare oggi esistenti, quando in ballo ci sono i sentimenti è sempre meglio il classico “a tu per tu”. Per quanto doloroso, difficile e penoso possa essere lasciare la persona amata, sicuramente farlo guardandosi negli occhi e con sincerità rende meno amaro l’addio.

Cosa ne pensate del lasciarsi con un messaggio in bacheca? A voi è mai successo? Lasciate il vostro commento.

Cristina Montini

Commenti
Skuola | TV
Amore e sessualità, quello che non sai sulla tua sicurezza

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta