Geni si nasce

Cristina Montini
Di Cristina Montini


Quanto si saranno emozionati i vostri genitori quando, da piccoli e ancora a gattoni, avete pronunciato la vostra prima parola? Quanto si saranno commossi vedendovi declamare il giorno di Natale la vostra prima poesia, tra l’altro imparata a memoria con tanta fatica e recitata tutta d’un colpo saltando parole e accavallando le frasi? Genitori e parenti poi tendono spesso ad esagerare, parlando con gli altri, di quanto siano bravi i loro figliuoli,salvo poi tormentarvi a casa perché non fate quello e non sistemate quell’altro, e si contendono il primato del figlio perfetto.

UN PRODIGIO DI BAMBINA - Pensate però a quanto saranno rimasti sbalorditi i genitori – e non solo loro - di una bambina londinese, Elise Tan Roberts, quando all’età di appena 5 mesi ha detto “Papà” e a undici mesi ha imparato a contare fino a 10. Pensate poi che ora, che ha solo due anni e quattro mesi, sa già contare fino a venti, e non solo in inglese, la sua lingua madre, ma pure in spagnolo, sa anche distinguere un triangolo isoscele da uno equilatero, conosce le capitali di trentacinque paesi e sa perfino dell’esistenza del “triceratopo”, un dinosauro ormai estinto simile ad un rinoceronte.

UN QI DA PAURA! - Un prodigio! Infatti è considerata la bambina più intelligente della Gran Bretagna e quando i genitori l’hanno fatta “visitare” da una psicologa esperta del mondo dell’infanzia, è saltato fuori che il suo Quoziente di Intelligenza è di ben 156. Cosa significa questo numero? Ve lo spieghiamo subito.

COME EINSTEIN - In media un adulto ha quoziente di intelligenza che è intorno a 100, chi più e chi meno, ma qualcuno arriva a dei valori superiori come, per fare un illustre esempio, Einstein, che arrivava fino a circa 160. Ma la cosa sorprendente è che la piccola Elise non solo sfiora il valore di Einstein, ma è anche ancora solo una bambina!

LA MENSA PER LA PICCOLA ELISE - E per questa sua straordinaria dote la “Mensa”, ovvero l’Associazione internazionale dei cervelloni, l’ha accolta come suo membro nonostante non avesse l’età giusta: in questa associazione si può entrare solo se si hanno almeno 10 anni, ma per la straordinaria Elise un’eccezione l’hanno fatta anche loro.

IL SEGRETO: E’ CURIOSA - Ma come si fa a diventare geni? Non ci si diventa, infatti, ma ci si nasce! E a confermarlo sono le parole dei genitori della stessa Elise, che affermano di non aver mai forzato la piccola a memorizzare dati e informazioni per farglieli poi ripetere a pappagallo, ma si sono semplicemente limitati a rispondere alle sue domande e curiosità. Sostengono, infatti, di avere una figlia estremamente desiderosa di sapere e conoscere ogni cosa, che fa mille domande su tutto senza stancarsi mai.

USATE BENE LA VOSTRA INTELLIGENZA - Il segreto di una mente brillante allora dovrebbe essere quello di possedere una grande curiosità e uno smodato interesse per il sapere in tutte le sue forme. Ma poi, l'importante, forse, non è anche, e soprattutto, saper usare la propria intelligenza, che arrivi fino a 100 o giù di lì, nel modo migliore Sfruttando al massimo le proprie potenzialità, anche se non siamo Einstein? A voi l'ardua sentenza: commentate la notizia!

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta