Gabriel Garcia Marquez: un anno dalla morte

Gabriel Garcia Marquez: un anno dalla morte

Un anno fa il mondo ha perso un grande narratore, era il 17 aprile 2014 quando è morto Gabriel Garcia Marquez. Autore di grandi romanzi e Premio Nobel nel 1982, ha segnato la letteratura del Sudamerica e si è distinto con un stile unico e inconfondibile, sono molte le frasi e le citazioni di Gabriel Garcia Marquez che i lettori usano e ricordano.

GABRIEL GARCIA MARQUEZ, BIOGRAFIA

- Gabriel Garcìa Màrquez nacque a Aracataca, in Colombia, il 6 marzo 1927. Durante la giovinezza si trasferì a Riohacha, vivendo nell'abitazione dei nonni materni. Dopo la morte del nonno si trasferì nella località colombiana di Barranquilla per proseguire gli studi. Conseguito il diploma, il giovane Gabriel Garcia Marquez si stabilì a Bogotá per frequentare la facoltà di giurisprudenza e scienze politiche, all'interno dell'ateneo Universidad Nacional de Colombia. Non essendo però interessato alle materie proposte dalla facoltà, Gabriel Garcia Marquez decise di interrompere gli studi. Nel 1948, i disordini politici fu costretto a trasferirsi a Cartagena, diventando prima redattore e poi reporter del quotidiano "El Universal". Diventò opinionista e reporter di "El Heraldo". Nel 1954 si trasferì nuovamente a Bogotà, lavorando come critico cinematografico e reporter a "El Espectador".


Scopri qualcosa in più su Gabriel Garcia Marquez

GABRIEL GARCIA MARQUEZ

TRA NOBEL E LETTERATURA - Autore di importanti opere della letteratura, si ricordano tra le più famose: Cent'anni di solitudine e L'amore ai tempi del colera, Cronaca di una morte annunciata, L'autunno del patriarca. Di questi romanzi sono tante le citazioni e le frasi di Gabriel Garcia Marquez rimaste celebri e nella mente di migliaia di lettori.


Alcuni aforismi famosi di Gabriel Garcia Marquez:

Non si muore quando si deve, ma quando si può.

Non c'è atto di libertà individuale più splendido che sedermi a inventare il mondo davanti ad una macchina da scrivere.

La gente corre dietro agli attimi e non si accorge che è la propria esistenza che se ne va.

La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda. E come la si ricorda, per raccontarla.

Nessuno merita le tue lacrime, e chi le merita non te le farà mai versare.

Non piangere perché è finito, sorridi perché è successo.

La memoria del cuore elimina i cattivi ricordi e magnifica quelli buoni, e grazie a questo artificio, siamo in grado di superare il passato.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta