Chi dice donna, dice... festa!

festa della donna

Domani, come tutti ben sappiamo, sarà la festa della donna. E’ inutile negare: la maggior parte di voi festeggerà l’evento non andando a scuola. Le ragazze, giustificate dalla loro festa, penseranno a divertirsi, ed i ragazzi, approfittando dell’occasione, le accompagneranno con tanto di mimose al seguito. Ma quanti di voi conoscono davvero il significato di questa ricorrenza?

PER RICORDARE – Forse, non tutti sanno che, ogni anno, l’8 Marzo si celebra la festa della donna per ricordare le lavoratrici vittime di un incendio. Ma andiamo con ordine. Era il 1908 ed un gruppo di operaie di un industria tessile di New York iniziò a scioperare per le terribili condizioni in cui era costretto a lavorare. La protesta andò avanti per qualche giorno, fino a quando alle donne vennero sbarrate tutte le uscite della fabbrica e rimasero vittime di un incendio. Morirono 129 operaie. Molte di loro erano immigrate e, per questo, l’8 Marzo assunse un’importanza mondiale. Ora è il simbolo dei soprusi che la donna, nel corso dei secoli, è stata costretta a subire.

COME FESTEGGI? – Per festeggiare tutte le donne, ogni comune italiano ha organizzato diverse iniziative. Eccone un assaggio:
Milano – Al museo Poldi Pezzoli, dalle 18 alle 21, ci sarà un aperitivo al femminile ed una visita al museo alla riscoperta dei ritratti femminili.
Torino – A Piazza Vittorio, alle ore 20, è in programma la visita guidata “Il bello delle donne”, un tour per i luoghi, le vie, le piazze e i monumenti per scoprire le storie di grandi donne.
Firenze – Le donne potranno usufruire di un ingresso gratuito in tutti i musei, ville, aree archeologiche e biblioteche statali della città. Inoltre, alla Piscina Costoli, tutte le donne potranno entrare gratuitamente per un’ora.
Roma – In diverse stazioni della metropolitana, a tutte le donne verranno distribuite delle mele (a richiamare la mela colta da Eva) e verranno recitati versi di poesie o stralci di libri dedicati al pubblico femminile.
Napoli - Per rendere omaggio all’universo femminile, il Museo Madre ha organizzato delle visite guidate gratuite alla collezione del museo.

FESTEGGIAMO LE DONNE – Festeggiare la donna è bello, ma ha un senso se lo si fa sempre, ogni giorno. Quindi, ricordiamoci di festeggiare le ragazze andando contro la violenza fisica e psicologica, contro le discriminazioni che subiscono nel luogo di studi e sul posto di lavoro, contro chi sminuisce il loro ruolo nella famiglia e nella società. Per ricordare sempre, che uomini e donne non sono uguali ma hanno gli stessi diritti.

COMPITI – Ed ora ragazzi, voi andate a festeggiare che, come sempre, ai compiti ci pensa Skuola.net! Ecco quale spunto:
Tema sulla considerazione della donna
Concezione della donna in Grecia, a Roma e nell'Islam
Donne nella storia
Tesina sulla donna
Saggio breve sulla donna oggetto

Tu come festeggerai questo giorno?

Serena Rosticci

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta