Smartphone sempre al 100%? Si, con il grafene

francesca_fortini
Di francesca_fortini

 batteria smartphone infinita

La batteria dello smartphone muore dopo poche ore di utilizzo e l'eterna lotta Samsung Vs Apple sembra non aver portato ancora nessun vincitore. La notizia clamorosa arriva dai ricercatori dell'Università di Trieste, che proprio in questi giorni hanno pubblicato il proprio studio su Nature Communications.

Alessandro Baraldi, docente di fisica della materia nella suddetta università, ha trovato infatti, insieme a ricercatori provenienti da tutto il mondo, la maniera di usare il grafene insieme ad un altro materiale nei device tecnologici, senza pregiudicarne le eccellenti capacità elettriche.

Guarda questo video sui modi per allungare la carica della batteria del cellulare


Fonte: ING direct

Solitamente, queste capacità vengono infatti meno quando il grafene viene utilizzato insieme ad altri tipi di materiali, come quelli isolanti, ed esso, inoltre, interagisce col metallo.

"Abbiamo usato una strategia diversa evitando completamente il trasferimento ma riuscendo a creare un ottimo grafene su una superficie di un materiale bimetallico – una lega di nickel e alluminio. Invece di trasferire il grafene possiamo ossidare il substrato in modo selettivo, ovvero solo gli atomi di alluminio, non quelli di nickel", ha dichiarato il professor Baraldi. "l'alluminio migra verso la superficie e il nickel va in profondità. Migrando in superficie l'alluminio crea l'alluminia, un isolante migliore dell'ossido di silicio. La nostra quindi è una nuova metodologia per creare grafene-ossido senza trasferimento".

Per i non addetti ai lavori sicuramente la spiegazione non risulterà semplice, ma saranno in molti a gioire quando, finalmente, gli smartphone la smetteranno di scaricarsi. Tempo di applicazione previsto? 4 o 5 anni.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta