300

Marco Sbardella
Di Marco Sbardella


Una delle più leggendarie battaglie della storia, quella delle Termopili, in cui 300 eroi spartani tennero testa ad un esercito di 1 milione di persiani, prende vita con la mediazione della ultraviolenta e visivamente raffinata graphic novel di Frank Miller.

"Il mondo saprà che degli uomini liberi si opposero ad un tiranno. Che pochi affrontarono molti. E prima che questa battaglia sia finita, sapranno che anche un re divino può sanguinare. ..." Con queste parole il Re di Sparta lancia l'ultima sfida all'imperatore persiano, sbarcato con un esercito sterminato per conquistare la Grecia. Poi la parola passa alle armi. Il film racconta la ferocissima battaglia delle Termopili, avvenuta nel 480 a.c., in cui il re Leonida (Gerard Butler) e i suoi 300 soldati spartani combatterono fino alla morte contro il re persiano Serse (Rodrigo Santoro) e il suo imponente esercito. Il valore e il sacrificio di questi uomini, decisi a combattere fino alla fine, fu d'incitamento per tutte le città greche ad allearsi contro il nemico comune e costituì un momento fondante per la nascita della democrazia. Il film, grazie al particolare connubio di live action e computer graphic, rilancia in pieno sullo schermo la raffinatezza estetica e la compiaciuta crudezza del tratto di Miller. Con il risultato di un impatto visivo decisamente forte.

300 uomini, 60 milioni di dollari di budget, 60 giorni esatti per girare e 4 mesi interi di training militare per il cast tutto maschile (esclusa la regina Gorgo interpretata da Lena Headey). Un elemento centrale quello della fisicità e dell'allenamento perché gli attori sono per la maggior parte del tempo seminudi e la forma fisica era essenziale per affrontare le battaglie. Detto questo non è alla veridicità storica che il film si rifà ma alla mini-serie a fumetti di Miller che si innamorò dei prodi spartani, non grazie a Erodoto o Simonide, ma grazie ad un film visto da bambino: L'eroe di Sparta, peplum anni sessanta di Rudolph Maté.
Girato interamente in studio a Montreal in Canada, relizzato in pellicola con il supporto della computer graphic, 300 ricrea un universo estremo, dove il valore degli uomini si misura soltanto con le armi. Il direttore della fotografia, Larry Fong, ha lavorato sulla luce con risultati strabilianti per quanto riguarda la plasticità dei corpi e i colori degli sfondi, rifuggendo, ovviamente, da qualsiasi messa in scena naturalistica lontana anni luce dall'estetica milleriana. "Dato che Frank Miller è in pratica un dio nel regno dei fumetti, - ha affermato Snyder - ero preoccupato per la fedeltà all'opera, ma al tempo stesso ero molto stimolato dal materiale".

Commenti
Skuola | TV
Skuola Tv

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta