16 enne suicida: l'ex aveva diffuso video hard!


Ha salutato la madre con la quale era sola in casa e ha finto di andare a letto; invece, ha aperto la cassaforte e ha preso la pistola del padre. Un solo colpo al petto, dopo aver caricato l'arma, è bastato per stroncare la vita a una ragazza di 16 anni. E' morta così ieri sera a Adria, una studentessa che frequentava il liceo scientifico; una ragazzina che non ha lasciato un biglietto, una traccia scritta per spiegare il perché del suo gesto.

VIDEO HARD - Davanti alla tragedia è così riemersa una triste storia che l'aveva vista incolpevole protagonista e che forse per tanto tempo ha pesato in lei come un macigno. Figlia di un professionista e di un'impiegata, genitori di altri due figli maschi più grandi, la sedicenne, due anni fa era rimasta coinvolta suo malgrado in una squallida vicenda: alcune sue immagini a sfondo sessuale erano state diffuse, forse per un dispetto tra giovani, dal suo ex, un ragazzo maggiorenne. Alcune scene intime che la vedevano protagonista erano state infatti riprese con il telefonino dal suo ex ragazzo e poi scaricate sul computer: da qui erano cominciate a girare per tutto il paese e non solo.

Una brutta e triste vicenda su cui la squadra mobile di Rovigo, dopo aver sequestrato computer e telefonino, ha condotto un'inchiesta che ha portato alla denuncia dell'ex fidanzato e di una sessantina di persone: quelle che gli investigatori erano riusciti a verificare essere entrate in contatto con quel filmato. Quelle sequenze, e ciò che hanno rappresentato e scatenato successivamente, hanno probabilmente segnato la vita della giovane. La ragazzina non sarebbe riuscita a darsi pace, neanche dopo aver cercato il conforto nell'attività della parrocchia assieme ad altri giovani coetanei.

DISPERAZIONE - Alcuni mesi fa aveva già tentato, come si è appreso in ambienti investigativi, di togliersi la vita. In quell'occasione aveva usato un'arma da taglio e aveva infierito sulle vene dei suoi polsi. Soccorsa, la giovane era stata salvata. Questa volta però nessuno ha potuto aiutarla. La mamma, rimasta al piano inferiore dell'abitazione, non ha sentito lo sparo. La donna ha scoperto la tragedia qualche decina di minuti dopo quando ha trovato la figlia senza vita e vicino l'arma, una Beretta. Sulla vicenda indagano ora i carabinieri di Adria nel tentativo di capire se la vecchia vicenda era diventato un tormento così difficile da superare da spingere la giovane al suicidio.

TRISTEZZA - Siamo sempre molto tristi di fronte a notizie del genere: pensate che disperazione, che tristezza portava in cuore questa ragazza per essersi spinta ad un gesto così estremo. Ma il suo gesto ci fa anche riflettere, sul fatto che certi video, nelle mani di persone senza scrupoli, possono fare danni anche molto gravi. Internet è un mezzo bellissimo, permette di diffondere informazioni con una velocità impressionante. Molto spesso è un bene, a volte, come in questo caso, è un male. Quindi facciamo attenzione, certi momenti teniamoli solo per noi!

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta