Genius 13686 punti

Gente di Mare

Il personale marittimo viene classificato dagli articoli del Codice della Navigazione in:
- personale tecnico delle costruzioni navali (costruttori navali, ingegneri navali, maestri d'ascia);
- addetti al servizio portuale (piloti, ormeggiatori, palombari, vigilanti, lavoratori portuali);
- personale navigante (Gente di Mare.
A seconda delle mansioni il personale navigante è classificato in 3 categorie:
1° categoria: personale di stato maggiore addetto ai servizi di coperta, macchine e servizi tecnici;
2° categoria: personale addetto a specifici servizi di bordo (cuoco, cameriere, cappellano..);
3° categoria: personale addetto alla pesca o al traffico locale.
Il personale della terza categoria sono muniti solo del foglio di ricognizione, al contrario del personale di prima e seconda categoria il quale devono essere in possesso di un libretto di navigazione.

Iscrizione alla Gente di Mare
Bisogna prima di tutto fare domanda alla Capitaneria di porto che in seguito provvede al constatamento dei requisiti necessari per l'iscrizione.
I requisiti necessari sono:
- essere cittadini italiani;
- avere età non inferiore ai 16 anni;
- essere in possesso di requisiti fisici idonei alla navigazione;
- non essere stato condannato per un periodo di oltre 3 anni.
In seguito all'accertamento dell'idoneità fisica, tramite la prima visita medica, ed al superamento delle prove di nuoto e voga la Capitaneria provvede all'immatricolazione nel registro d'iscrizione e alla consegna del libretto di navigazione.

Il libretto di navigazione contiene:
- data d'immatricolazione;
- generalità, domicilio, fotografia del diretto interessato;
- qualifica dell'atto d'immatricolazione;
- eventuali titoli professionali.
In questo documento, che abilita il navigante all'esercizio della navigazione, vi sono registrati tutti i movimenti d'imbarco, sbarco, pene disciplinari, condanne per reati e periodi di inabilità della sua carriera.
Ogni due anni il navigante deve sottoporsi ad una seconda visita medica (visita biennale); una terza visita medica (visita preventiva) per ogni imbarco.

Cancellazione dalla Gente di Mare
In qualsiasi momento della sua carriera il navigante può subire una cancellazione dal registro di matricola per:
- volontaria dichiarazione di abbandono della professione;

- perdita della cittadinanza italiana;
- continua inidoneità fisica (compresa ubriachezza);
- gravi motivi disciplinari (cancellazione effettuata direttamente dal Ministro della navigazione);
- condanna penale;
- limiti di età.

Registrati via email