Genius 17364 punti

Beethoven Ludwing van

1770: Nasce a Bonn. Suo padre è tenore nella cappella arcivescovile, ma dedito all’alcool, non offre al figlio un’infanzia serena.

1784: Viene assunto come organista dall’arcivescovo Franz (fondatore dell’università di Bonn).

1787: Viene inviato dall’arcivescovo a perfezionarsi a Vienna, ma deve rientrare per la morte della madre.

1792: Stipendiato dall’arcivescovo, ritorna a Vienna dove studia sotto la guida di Haydn e Salieri. L’invasione delle truppe francesi costringe l’Arcivescovo a fuggire da Bonn e Beethoven, non più stipendiato, inizia l’attività di libero professionista in quella città, dove rimarrà fino alla mote.

1793 – 99: Viene conosciuto come improvvisatore ed esecutore al pianoforte, viene molto ammirato nei salotti dell’alta aristocrazia e negli ambienti culturali.

1800 – 02: Egli compone le sue prime Sinfonie e diverse Sonate per pianoforte, tra cui quella “al chiaro di luna”. Inoltre scrive il “testamento di Heiligenstadt”.

1803 – 04: Compone la Terza Sinfonia che in un primo tempo pensa di intitolare “Bonaparte”. Ma quando apprende che Napoleone si è fatto incoronare imperatore traendo quegli ideali repubblicani in cui egli crede, cancella la dedica e sceglie la denominazione di Eroica.

1804 – 07: Nascono la “quarta, Quinta e Sesta Sinfonia “Pastorale” il Terzo ed il Quarto Concerto per pianoforte, la Sonata “Appassionata”: tutti lavori che testimoniano la nuova energia morale da cui Beethoven si sente animato. Con il Singspiel Fidelio esalta le idee di fedeltà e di amore coniugale tipiche del suo animo; ma nello stesso tempo comprende sempre più di dover rinunciare, a causa dell’incipiente sordità,a progetti matrimoniali.

1809: Tre nobili di Vienna s’impegnano a fornire l musicista uno stipendio annuale: egli può continuare a comporre con il suo vincolo di risiedere a Vienna. Crea la Sonata “Gli addii” ed il Quinto Concerto per pianoforte “Imperatore”; continua a scrivere Quartetti per archi.

1815: Dopo il componimento della Settima ed Ottava Sinfonia la sordità si fa quasi completa a Beethoven è costretto a comunicare con gli altri solo per iscritto.

1824: porta a termine la Nona Sinfonia. Crea la Messa Solenne.

1827: Muore a Vienna.

Registrati via email