Ominide 50 punti

Ludwig Van Beethoven

Fu un compositore tedesco nato a Boon nel 1770 .
Era figlio Johann che era un tenore e di Maria Magdalena Keverich.
Beethoven aveva 6 fratelli, ma di questi sopravvissero solo lui e i suoi 2 fratelli Kaspar e Johann.A soli 8 anni Ludwig era in grado di esibirsi in concerti pubblici. Era dotato di grande talento e si dedicò al pianoforte e al violino. Nel 1787 si recò a Vienna per prendere lezioni da MOZART. Ma dovette ritornare a casa perché suo padre era diventato un alcolista e perciò doveva dedicarsi alla famiglia, ma non trascurò l'istruzione e perciò nel 1789 si iscrisse a corsi di filosofia all'università.Nel 1792 tornò a Vienna,
per studiare con Haydn e trova ospitalità e generoso aiuto da parte dell’aristocrazia, pur restando sempre oppresso da gravi preoccupazioni finanziarie. Ma subito dopo verso il 1800 cominciò ad avvertire i sintomi della sordità che peggiorò fino a divenire totale lo costrinse ad abbandonare l'attività di esecutore per poi dedicarsi completamente alla composizione. La malattia lo rende cupo, poco socievole. Trova sollievo solo in una febbrile attività creatrice: la sua musica esprime la lotta titanica contro le avversità e una fede generosa e incrollabile nella redenzione umana. Questi temi trovano la loro forma più cospicua nelle sinfonie: la dimensione eroica e religiosa della Terza, l’agonismo intrepido della Quinta, la gioia della natura ritrovata della Sesta. In ogni opera si mostra un respiro epico, una potenza ritmica e un empito d’eloquenza, assolutamente inediti. Questi valori sono trasfusi anche nei Quartetti, nuovi per l’ampiezza del respiro formale, e nelle Sonate, ideale diario segreto del musicista e campo della sua sperimentazione formale.La sua vita è molto monotona. Colpito da polmonite, la sua salute precipita: dopo tre dolorosi interventi chirurgici muore a Vienna nel 1827. La sua scomparsa suscita profonda emozione.Colpito da polmonite, la sua salute precipita: dopo tre dolorosi interventi chirurgici muore a Vienna nel 1827. La sua scomparsa suscita profonda emozione.Gli viene affidata la tutela del nipote a lui molto caro, un soggetto disadattato che sarà solo causa di problemi e che, con un tentato suicidio, dimostrerà il fallimento di Beethoven come “padre” ed educatore. La sordità è ormai quasi totale, i pochi amici comunicano solo per scritto, tramite i “quaderni di conversazione”. Deluso anche dalla realtà sociale e politica dopo il crollo degli ideali illuministi, Beethoven accentua negli ultimi anni la sua ricerca artistica, cercando l’essenzialità espressiva e uno straordinario ideale di assolutezza.Muore a Vienna colpito da polmonite nel 1827 dopo tre dolorosi interventi chirurgici.

Registrati via email