sedia90 di sedia90
Genius 9848 punti

Analisi di alcune opere di Mozart

Le nozze di Figaro(ouverture)
L’opera è tratta da una commedia politica di Beaumarchais, che alcuni sostengono avere anticipato la Rivoluzione Francese. Questa composizione presenta caratteristiche innovative sia sotto il profilo musicale che contenutistico, che si possono cogliere ascoltando il brano , ed ebbe immediato successo di pubblico.
Le ininterrotte richieste di bis fecero sì che l’imperatore limitasse per legge la quantità di essi che poteva essere esaudita. Fin dalle prime note dell’ouverture, questa opera, forse una delle più belle e divertenti che Mozart scrisse, ci coinvolge in una trama densa di intrigo e di azione, nella quale non si avvertono pause mentre la musica instancabilmente segue il suo ritmo vertiginoso, facendoci vivere un giorno della vita di Figaro, un personaggio veramente a tutto tondo.

Concerto per clarinetto(K622:primo movimento)
Mozart era capace di partiture posate ed eleganti. Nel primo movimento, molto vivace, dopo una chiara enunciazione del tema principale, il clarinetto intreccia un godibile dialogo con gli archi. Il solista riprende il tema, arricchendolo di ardite e fantasiose scale ascendenti e discendente, mentre l’orchestra colora lo sfondo.
Una fioritura finale, che riconduce all’insieme il solista e l’orchestra, riprende l’inizio e conclude in maniera deliziosa l’intero brano.

Concerto per pianoforte n. 21(K467:secondo movimento)
Il brano ci permette di cogliere appieno di quale delicatezza fosse capace l’arte mozartiana, che approda qui ad un quieto lirismo, ben lontano tuttavia dall’essere un semplice idillio poetico. Questo brano fu concepito e suonato nel 1785, al culmine della fama del compositore. Il pizzicato degli archi introduce una situazione di insistenza, e improvvisi accenti orchestrali creano un’atmosfera ancora più scura, che talora sovrasta il canto dei violini. L’ascoltatore, dapprima cullato da un suono infonde sicurezza, percepisce questa vena di inquietudine sottesa dalla musica, che si sviluppa attraverso rapidi passaggi da tonaloità maggiori a tonalità minori, fino alla conclusione, nella quale viene ripreso il tema principale si ristabilisce l’iniziale clima di serenità.

Registrati via email