WOLFGANG AMADEUS MOZART

Mozart nasce a Salisburgo nel 1756.
Elementi significativi infanzia ed adolescenza:
Sin da piccolissimo studiava clavicembalo ed anche il violino, fa parte di una famiglia di musicisti infatti,il padre era il più illustre musicista di Salisburgo e lavorava presso l' arcivescovo di Salisburgo (si chiamava Leopold e scrisse per i suoi figli "La Sinfonia dei giocattoli")
Mozart aveva anche una sorella anch' essa enfant prodige ma, mai brava a comporre, da piccoli facevano concerti in tutta Europa insieme.
Fin da piccolo Mozart non aveva un carattere cortigiano però visto che era un bambino i nobili per il momento non si interessarono a ciò.

GLI ANNI DI VIENNA

Egli lasciò Salisburgo in seguito ai numerosi contrasti col nuovo vescovo così pose le sue speranze nella capitale Vienna sicuramente meno "ristretta" della sua città natale.

A Vienna però visse periodi di grandi stenti e molti debiti, infatti, si ribellava spesso ai suoi mecenati, tra cui Giuseppe II, perdendo così i loro favori.
Mozart anche nella musica era anticonformista, non utilizzava la musica più consumistica, ma solo la musica proveniente dal suo genio come per esempio "Il Ratto del Serraglio" che è un' opera in tedesco e non in italiano come si usava al suo tempo e questa opera lirica la compone proprio quando sta sotto l' ala di Giuseppe II d' Austria. Si sposò con Costanza Weber da cui ebbe sei figli di cui solo uno sopravvisse dopo la sua morte.
Mozart si iscrisse anche alla Massoneria e negli ultimi anni della sua vita scrisse importanti opere tra cui il Requiem, messa funebre in latino, e Il Flauto Magico, opera lirica in tedesco.
La fine di Mozart fu orrenda perché fu sepolto in una fossa comune ed una leggenda dice che è stato avvelenato da Salieri, geloso del suo genio. Egli morì nel 1791.

Hai bisogno di aiuto in Musica per le Medie?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email