Sara.96 di Sara.96
Erectus 368 punti

La strage dei proci

Parafrasi

Allora si tolse i vestiti da mendicante, saltò sulla gran soglia tenendo l'arco e la faretra piena di frecce,poi rovesciò il contenuto dell'astuccio davanti ai propri piedi e disse:"Questa gara è finita;e tenterò di far centro al bersaglio con l'aiuto di Apollo".
Ulisse punto la propria freccia su Antinoo che stava per alzare il calice,d'oro a due manici contenente del vino,chi l'avrebbe detto che tra banchettanti ci fosse un uomo fortissimo che poteva decidere chi sarebbe morto.
Ulisse lanciò la freccia dritto in gola ed essa trapassò il collo,Antinoo cadde rovesciando il calice, e dalle sue narici uscì del sangue; i pretendenti lanciarono un urlo dopo averlo visto cadere,tutti cercarono di scappare .
Urlavano contro Ulisse con parole dure:"Straniero ,hai fatto male ad ucciderlo!Adesso non potrai più uccidere perchè morirai!Hai ucciso l'eroe più gagliardo di Itaca : qui verrai uccidere!"

Tutti parlavano così , questi ciechi ignoravano che sarebbero morti,credevano che avesse ucciso Antinoo per nessuna motivazione. Guardandoli Ulisse disse:"Ah cani, non credevate che potessi tornare a casa, perciò avete cercato di prendervi la mia casa,e mia moglie, senza aver paura degli dei , che il cielo possiedono, e senza aver timore della mia vendetta, infatti ora morirete tutti!"

Registrati via email