Genius 3813 punti

La formazione del mito

Il mito è una narrazione che ha per tema argomenti di natura sacra e religiosa, fenomeni naturali, avventure di divinità ed eroi. Nacque agli albori dell’umanità, quando gli uomini non avevano ancora elaborato la filosofia e la scienza per trovare spiegazioni razionali ai grandi misteri dell’esistenza.
I racconti mitologici, ambientati in un mondo favoloso in cui si scontano eternamente le forze del bene e del male, narrano quindi vicende di dei ed eroi, lontana causa di falli che gli uomini in tempi remoti non riuscivano a spiegare.
È l’influsso degli dei, per esempio, a provocare tanto i sentimenti umani quanto i fenomeni naturali, grandiosi o quotidiani, oppure sono le imprese di un eroe fondatore a mobilitare le origini di una città. Perciò i miti non sono mai semplice prodotto della fantasia, ma rispecchiano in genere una verità che fa arte dell’esperienza collettiva e della cultura del popolo che li ha creati.
Tali racconti erano tramandati oralmente di generazione in generazione e costituivano un importante veicolo di trasmissione di valori morali e culturali per tutto il popolo. Solo in un secondo momento furono fissati in forma letteraria ad opera di uno o più autori. Nella Grecia antica la tradizione orale dei miti era affidata agli aedi, che li cantavano durante i banchetti nelle corti.
La conoscenza della mitologia greca si diffuse via via in tutto il mondo mediterraneo in seguito alle colonizzazioni e all’espansione dell’attività mercantile dei Greci. Quando i Romani entrarono in contatto con il mondo greco, a partire dalle conquiste nel territorio italico, il prestigio della cultura ellenica era tale da far sì che essi se ne appropriassero, come di molti aspetti della religione, anche degli affascinanti miti della religione a cui erano strettamente legati, giungendo addirittura ad attribuire la fondazione di Roma ai discendenti dell’eroe troiano Enea, personaggio della mitologia greca tra i protagonisti del poema omerico "Iliade". I miti greci entrarono così, ormai acquisiti e rielaborati dai Romani, i conquistatori di un immenso impero, nel patrimonio culturale del mondo occidentale.

Registrati via email