sedia90 di sedia90
Genius 9848 punti

Medea

Sintesi:
Il racconto narra di Medea che, per amore del marito Giasone, abbandona la famiglia e il suo paese per andare a Corinto. Una volta arrivata però Giasone vuole contrarre nuove nozze per poter godere di legittima discendenza. La vendetta di Medea è perciò terribile. Uccide Glauce inviandole fatali doni di nozze avvelenati e poi, sotto gli occhi del marito, uccide i suoi stessi figli.
Personaggi:
• Medea: è descritta come una donna passionale, fredda, calcolatrice,accorta ed abile nella retorica. Il suo travaglio psicologico la porta a pensare alla vendetta con l’uccisione dei figli, ma in alcuni momenti riaffiora la lucidità e l’istinto materno alla fine però la parte emozionale ha il sopravvento e uccide i figli.
• Giasone: sembra che per lui l’amore rappresenti soltanto un mezzo per la conquista del potere.
I personaggi della nutrice, del pedagogo e del coro hanno l’importante ruolo di commentare i fatti.
E’ anche importante notare che figure fondamentali per la trama, quali i figli e Glauce, siano presentati nei dialoghi senza però mai esprimersi direttamente.
Stile:
La tragedia è composta tutta da dialoghi che rendono veloce il ritmo del racconto. Per lo stesso motivo la lettura è rapida ed immediata.
La scrittura in versi, secondo me, rende più piacevole e scorrevole la lettura.
Temi trattati:
in questa tragedia i temi affrontati sono molto attuali. Anche oggi, infatti, l’abbandono di un marito o della moglie e la successiva vendetta sono notizie che quotidianamente si sentono ai telegiornali.
Il tema dell’abbandono è rappresentato con la volontà di Giasone di voler sposare Glauce, la vendetta è dunque immediata, una conseguenza di quell’affronto ricevuto da Medea.
Commento:
la lettura di questo testo è piuttosto scorrevole, resa tale soprattutto per la forte presenza di dialoghi.
Tuttavia, non ho apprezzato questa tragedia poiché l’ho trovata monotona, senza nessuna azione che tenesse attiva la scena, l’unica azione della trama infatti è l’uccisione dei figli. Un altro motivo per cui non mi è piaciuto è che il finale non è positivo, ma questa è la caratteristica principale delle tragedie, quindi non credo che leggerò altre tragedia, se non per scopi didattici.

Registrati via email