Alef93 di Alef93
Genius 9694 punti

Il mito

Il mito deriva dalla parola greca mythos che significa racconto. Si tratta però di un racconto particolare che riflette le esperienze, il modo di vivere e di pensare del popolo che l'ha prodotto. Pertanto il mito non va assolutamente considerato come una creazione puramente fantastica, senza rapporti con il mondo vero, reale in quanto ha una sua verità da dire, spesso molto profonda. L'uomo fin dai tempi più antichi, ha cercato di scoprire il segreto del mondo circostante e ha cominciato a porsi delle domande sull'origine dell'universo, sul significato della vita e della morte, sull'origine del sole, della luna, delle stelle, del fuoco, dei vari fenomeni naturali. Di qui, ogni comunità primitiva, priva di quelle conoscenze e di quegli strumenti scientifici di cui oggi noi disponiamo, ricorse a delle proprie interpretazioni. Il racconto mitico pertanto, svolge una funzione di conoscenza della realtà. I miti dei popoli che non conoscevano la scrittura sono stati tramandati oralmente, e sono in epoca recente sono stati raccolti dalla viva voce di capitribù o stregoni e trascritti da

antropologi e etnologi. Altri miti invece, in particolar modo quelli greci e romani ci sono stati tramandati in forma scritta. I miti erano racconti fatti più per essere ascoltati che per essere letti; di conseguenza chi li narrava doveva ricordarli facilmente
e chi li ascoltava doveva comprenderli senza difficoltà.
Da ciò deriva la caratterizzazione di frasi brevi e semplici con prevalenza di nomi e verbi. A seconda del loro contenuto, i miti possono essere suddivisi in:

    -miti che spiegano le origini del mondo e degli uomini;
    -miti che spiegano origine di fenomeni naturali;
    -miti che spiegano origine di determinati modi di produzione o di determinati istituzioni sociali;
    -miti che spiegano i motivi per cui si verificano determinati fenomeni;
    -miti che descrivono la nascita e le imprese di dei e di eroi.

Registrati via email