Ominide 53 punti

Ermes
Il dio tutto fare

Burlone, scanzonato, a volte bugiardo, ma bello e simpatico, Ermes è il più “umano” di tutti gli dei.
Il dio, giovane, con i capelli corti e ricci, è presentato dalle iconografie con un cappelletto tondo, alato, che lo rende invisibile; ai piedi porta dei calzari, anch’essi alati, che gli permettono di spostarsi volando a grande velocità: ha in mano il simbolo della pace, un ramo di alloro, ornato in cima da due piccole ali, al quale sono attorcigliate due serpi che si guardano.

Per i Romani...

Mercurio corrispondeva solo in parte al dio greco Ermes poiché fu soprattutto il dio del commercio; solo più tardi i romani attribuirono al dio le stesse caratteristiche della divinità greca.
Fu poi cantato e descritto dai poeti latini in modo simpatico e scanzonato, proprio come era accaduto nel mondo greco.

Registrati via email