celo8 di celo8
Genius 9827 punti

Il duello tra Paride e Menelao

Paride disse così e fu molto felice Ettore, pensando ad una grande proposta e, andando nel mezzo della battaglia, tratteneva i battaglioni dei Troiani usando la lancia: e furono fatti sedere tutti.
Ma i Greci dai capelli lunghi tendevano l'arco contro di lui perchè volevano colpirlo con le frecce e coi sassi: allora Agemennone capo degli eserciti gridò forte: "Fermatevi Achei, non colpite Greci, Ettore dall'elmo abbagliante vuole dirci qualcosa!"
Agamennone disse così: essi smisero la battaglia, si zittirono di colpo; Ettore parlò ad entrambi gli eserciti: "Ascoltatemi, Troiani e Achei dai gambali robusti. Riporto la parola di Alessandro (Paride), per colpa del quale è nata la guerra; vuole che i Troiani e i Greci posino le belle armi sopra la terra che madre di molti. Lui e Menelao caro ad Ares combatteranno da soli nel mezzo, per Elena e per tutti i beni. Chi dei due vincerà sarà il più forte, si prenderà tutti i beni e la donna, e la porterà a casa. Noi altri facciamo i patti in modo leale e amicizia".

Disse così.

Registrati via email