celo8 di celo8
Genius 9827 punti

Iliade, libro II, vv 1-19

E allora tutti gli altri dei e gli eroi dagli elmi chiomati dormivano per tutta la notte, ma Zeus non riusciva ad addormentarsi: rifletteva in cuore come avrebbe potuto onorare Achille, perdendo molti (Achei) vicino alle navi greche; e la decisione più bella gli sembrò mandare al figlio di Atreo, Agamenone, il Sogno cattivo.
E gli parlò con parole fuggenti: "Muoviti, sogno cattivo, e vai alle navi degli Achei; entra, con grande precisione, nella tenda di Agamennone figlio d'Atreo, e annunciagli come ti comando: digli di armare gli Achei dai lunghi capelli velocemente; adesso potrà prendere la grande città dei Troiani; coloro che stanno sull'Olimpo, gli dei, non ne discutono più. Era ha piegato tutti con le sue preghiere, e ai Troiani è rimasto il malanno".
(Agamennone) disse così; il sogno, come udì l'ordine, partì e arrivò alle veloci navi degli Achei e cercò il figlio d'Atreo, Agamennone, e lo trovò che dormiva nella tenda: il dolce sonno era diffuso tutt'intorno.

Registrati via email