Ominide 219 punti

Genere epico

Poesia epica
La poesia epica comprende tutte le opere letterarie nate in aree geografiche e culturali differenti. Il termine “epica” deriva dal greco épos, ovvero “parola”, dal cui plurale (“épea”), deriva il nostro vocabolo “epopea”, ovvero una narrazione di vicende passate in cui il protagonista intraprende il ruolo di un eroe valoroso, bello fisicamente e moralmente, pieno di voglia nel cercare la gloria personale. Sono proprio i tentativi dell'eroe nella ricerca di quest'ultima che rappresentano il filo conduttore della narrazione. Spesso il protagonista viene introdotto nel racconto mediante un racconto definibile, seppur poco propriamente, “secondario”, che narra la storia dell'eroe e le esperienze che ha passato. Il protagonista non è comunque visto come un essere che non prova sentimenti: vengono infatti aggiunti molti elementi riguardanti proprio le emozioni che l'eroe prova verso la patria, verso i familiari o verso la/il propria/o amata/o.

Nei poemi epici, sono presenti anche elementi che ricollegano a narrazioni mitologiche inerenti gli dei. Altra caratteristica importante della poesia epica riguarda lo stile usato dal poeta narrante: il poema epico, infatti, getta luce sulla vita quotidiana e sui valori degli aristocratici, ovvero coloro a cui, a quel tempo, erano rivolti i poemi. In tal modo essi si sentivano coinvolti nel poema e questo suscitava in loro molto orgoglio verso la casta in cui vivevano.

b]Nascita della poesia epica
La poesia epica è di grandissima importanza: rappresenta un vero e proprio tesoro culturale sulla storia del popolo stesso, raccontata mediante vicende eroiche. Queste vicende costituiscono la memoria di un popolo, grazie alla quale è cominciata la trasmissione orale dei poemi epici che, nell'antica Grecia, avveniva grazie agli aèdi (“i cantori”) e ai rapsòdi (“cucitori di canti”), ai musicisti e ai poeti.
Solo dopo una lunghissima trasmissione orale, qualche poeta a noi non noto, decise di scrivere una raccolta di “opere popolari” comprendenti tutti quei poemi che erano stati trasmessi nel tempo. Proprio grazie a ciò, il poema era considerato il pilastro culturale di un popolo e i più grandi poeti venivano lodati e fatti studiare in tutte le scuole. Uno tra questi fu Omero, considerato il poeta per eccellenza, seppur scientificamente parlando non sia ancora dimostrata la sua esistenza.
Per noi, popoli moderni, il poema è un'opera meravigliosa, in grado di trasmettere informazioni di tipo culturale, religioso e sociale riguardanti un popolo, mediante straordinarie vicende di grandissimi eroi.

Registrati via email