Ominide 30 punti

Epica - Contenuti e forma

I contenuti dell’epica
I contenuti dell’epica si collocano nel passato, un passato remoto essenziale per l’identità stessa di un popolo, dove in esso si svolgono delle imprese grandiose che ne hanno consacrato la nobiltà.
La comunità inoltre afferma i propri valori morali e le credenze religiose.
Quindi le caratteristiche dell’epica sono
- il protagonista è un eroe che rappresenta i valori dell’intera comunità e il difendere talvolta fino alla morte
- l’azione narrativa si incentra sullo scontro tra due popoli contrapposti, portatori di diversi valori e modi di vita, dal suo esito dipende la sopravvivenza stessa della comunità.
- La vicenda narrata viene rappresentata come realmente accaduta, spesso esiste davvero un nucleo si verità storica, ma essa viene abbellita e alterata in misura più o meno rilevante nel racconto poetico.

La forma dell’epica
L’epica è narrata in versi. l’epica nasce come forma orale, in un contesto comunicativo nel quale sono compresenti il mittente ovvero il cantore che recita improvvisando, e il destinatario ovvero il pubblico degli ascoltatori.

La questione omerica
Omero è l’autore dell’odissea e dell’Iliade. Infatti i poemi risalgono alla fine del VIII secolo a.C.
l’ipotesi attuale è infatti che Omero stesso, la cui esistenza viene collocata nel VIII secolo, anziché IX secolo, abbia messo per iscritti suoi versi e che in questa forma i due poemi si siano rapidamente diffusi.
Un indizio sono le raffigurazioni storiche di episodi del mito di troia e delle vicende degli eroi omerici nelle pitture che decorano i vasi antichi greci già alla fine dell’VIII secolo.
Inoltre, grazie a ritrovamenti archeologici recenti ( una coppa trovata a Ischia, intorno al 730-725 a C.) confermano la notorietà dei poemi omerici in un’ epoca molto prossima alla loro composizione.
Quindi il dubbio che viene, è quello che un poema non sia stato scritto da Omero. Però questo rimane ancora un mistero.

Registrati via email