Mito 2715 punti

La cultura di vergogna

Nella poesia epica la vergogna ha un'importanza rilevante. La denominazione della società omerica come civiltà della vergogna si deve a Eric Dodds.
Sarebbero due, infatti, i valori su cui una società può fondarsi:
* la vergogna
* la colpa

Il secondo tipo è proprio della civiltà occidentale moderna e si basa sul riconoscimento, da parte dell'uomo reo, della colpa e dello sbaglio commesso; il primo tipo è esattamente l'opposto: la comunità adita il reo come tale, rendendo manifesto il suo errore.
Se nella società della colpa è l'uomo reo a rendersi intimamente conto dell'errore, in quella della vergogna è la comunità a farglielo comprendere: perciò, un errore si riconosce tale solo quando la comunità lo riconoscerà come errore e affliggerà il reo con il senso della vergogna. Fine ultimo i questo tipo di società è la conquista della stima collettiva, l'apparire forte e valoroso agli occhi degli altri, ottenere gloria e ammirazione e, in ultimo, l'onore.

Quest'ultimo non è qualcosa di astratto, ma si concretizza in pubblici riconoscimenti; è proprio l'onore pubblico a guidare i movimenti umani, condizionando fortemente l'agire individuale, spinto verso schemi convenzionali e precostituiti.

Registrati via email