Tracce esame Maturità: il saggio storico-politico

francesca_fortini
Di francesca_fortini

 tracce prima prova esame maturità: il saggio storico-politico

Il saggio storico-politico, lo scorso anno, è stato scelto soltanto da una piccola percentuale di maturandi: agli esami di Stato 2013, infatti, solo 1 studente su 8 ha deciso di affrontare la prima prova cimentandosi con un tema di tale tipologia. Che forse i ragazzi non si siano preparati a sufficienza per affrontare gli argomenti tipici del saggio storico-politico? Per questi esami di Maturità 2014, ormai alle porte, stupite la commissione scegliendo proprio questa traccia così poco gettonata! Come fare? Studiando a pennello l’excursus degli argomenti affrontati nelle maturità dal 2000 ad oggi, per capire, più o meno, cosa bolle nel calderone del Ministero.

GRANDE PROTAGONISTA, LA COSTITUZIONE – Spesso al centro delle scelte ministeriali per quanto riguarda il saggio storico – politico, la cosiddetta Tipologia B della prima prova d’esame di maturità: c’è lei la Costituzione, regina incontrastata delle scelte di viale Trastevere. Gli ex ministri dell’istruzione Letizia Moratti e Giuseppe Fioroni, soprattutto, sembravano essere particolarmente affezionata al tema. Nella prima prova del 2004 e in quelle del 2007 e del 2008, infatti, il centro cardine di questa tipologia di elaborato era proprio la cara, vecchia Costituzione. ”Democrazia e nazione, Unità d’Italia e d’Europa, libertà e fratellanza sono i cardini del pensiero politico di Giuseppe Mazzini”, recitava, poi, la prima prova del 2006, sempre sotto il morattiano ministero.

EUROPA, AL SECONDO POSTO – L’Italia e la nostra Costituzione salgono di diritto sul podio delle tracce di prima prova per quanto riguarda gli anni passati. Ma, sul secondo gradino, svetta niente meno che l’Unione Europea. La traccia della prima prova del 2001, ad esempio, era completamente dedicata al tema così scottante in quell’anno “L'unità europea: un cammino di idee e di realizzazione”. Mentre la traccia del 2005 recitava "Crollo dei regimi nazionalistici, “guerra fredda” e motivi economici agli inizi del processo di integrazione europea." Ed è importante ricordare come, anche negli anni in cui il tema era incentrato sulla Costituzione, veniva chiesto spesso di elaborare un confronto tra Italia ed Europa unita come, ad esempio, nella maturità del 2006, dedicata a Mazzini e alla sua idea di unità non solo dell’Italia ma dell’Europa intera.

LA CULTURA GIOVANILE – L’ex ministro Mariastella Gelmini ci ha provato in tutti i modi ad andare a genio agli studenti italiani. Anche quando è stata chiamata a scegliere le tracce per gli esami di maturità. I saggi storico-politici delle prime prove del 2009 e del 2010, infatti, chiedevano ai maturandi di realizzare un elaborato partendo rispettivamente da “Origine e sviluppi della cultura giovanile” e “Il ruolo dei giovani nella storia e nella politica. Parlano i leader”.

GIOLITTI, DESTRA E SINISTRA – Agli ex ministri Francesco Profumo e Tullio De Mauro, invece, spetta il merito di aver scelto, come argomenti del saggio storico politico, Giovanni Giolitti e “Destra e Sinistra”. Il primo, al centro della prima prova del 2000, ha impegnato i maturandi che hanno deciso di parlare dei suoi metodi di governo e programmi politici. Mentre nel 2011 il quanto mai vago incipit “Destra e Sinistra” era arricchito da numerosi documenti riguardanti il ruolo storico dei due schieramenti politici.

I TEMI CALDI – Ma non sono solo queste le scelte dei precedenti ministeri dell’istruzione. Mancano all’appello, infatti, alcuni anni. Due su tutti, quelli appena trascorsi. Gli omicidi politici, ad esempio, erano al centro delle tracce di prima prova della maturità 2013, mentre il saggio storico di prima prova del 2012 era incentrato sulla differenza tra bene individuale e bene comune. “La memoria storica tra custodia del passato e progetto per il futuro” la scelta per la prima prova del 2002, mentre nel 2003 si parlava di “Il terrore e la repressione politica nei sistemi totalitari del '900”.


Francesca Fortini

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta