Viaggio dell'uomo oltre se stesso - Tesina

Tesina di maturità per Liceo Classico. Argomenti della tesina: Divina Commedia, S. Agostino, Genesi.

Compra
100% soddisfatti
o rimborsati
  • 0
  • 02-07-2015
E io lo dico a Skuola.net

Introduzione Viaggio dell'uomo oltre se stesso - Tesina


La seguente tesina di maturità affronta il tema del viaggio.
Sin dalla sua origine, l’uomo si è posto domande sull’origine e il fine della vita e, soprattutto, sul suo significato. Le svariate popolazioni e culture che hanno abitato la terra fino ad oggi hanno dato differenti risposte in base al loro credo religioso o alle loro convinzioni filosofiche. Infatti, la scienza non è in grado di rispondere: essa può occuparsi
del come avvenga un fenomeno mentre non potrà mai dire perché esso ci sia. Sono nati miti e storie di eroi per spiegare il passaggio dal mondo degli dei a quello degli uomini; sono stati messi per iscritto testi ispirati direttamente dalla divinità. Insomma, l’uomo si è prodigato affinché venisse data un’origine e un senso alla vita tramite racconti a cui si doveva prestar fede. E’ un problema che ha attanagliato non solo le religioni, ma anche gli stessi scrittori e filosofi di ogni tempo. Il percorso della vita è spesso stato paragonato ad un viaggio, che alcuni facevano iniziare dal niente e tornare al niente, considerando la vita come una semplice aggregazione di atomi e la morte come una disgregazione degli stessi (cfr. Lucrezio, De rerum natura, o Leopardi), e che altri hanno pensato che fosse seguito da un’altra realtà. Gli autori cristiani la consideravano come un pellegrinaggio, ritenendo che la Barca di Pietro attraversasse il mare della Storia facendo rotta verso la Stella polare della vita umana, Dio. Anche Dante, il Sommo Poeta, la prima delle Tre Corone di Firenze, imbevuto di dottrina cristiana, scrisse forse la più famosa opera della Letteratura Italiana, la “Divina Commedia”, la storia di un viaggio spirituale che l’autore compie alla ricerca di Dio e in cui, conformemente al cristianesimo, risponde alle domande sul senso della vita, affermando che l’uomo ha origine da Dio e che tende a tornarvi. All’interno del poema è trattato anche un altro viaggio, quello di Ulisse, il famoso eroe greco protagonista dell’Odissea omerica, il quale anzi che tornare a casa, a Itaca, una volta finita la guerra di Troia, preferisce intraprendere un viaggio verso l’ignoto. Sono confrontabili questi due viaggi? Possono ancora comunicare qualcosa e toccare l’animo dell’uomo di oggi?

Collegamenti

Viaggio dell'uomo oltre se stesso - Tesina

Italiano -

Divina Commedia in generale e Canto XXVI dell'Inferno


Latino -

Confessiones I, 1, 1 e problema della Fede per S. Agostino


Greco -

Genesi 2, 9, 16-17; 3, 1-6 e Peccato originale

Registrati via email
In evidenza