Apparenza e realtà nel novecento

Tesina multidisciplinare basata sulle maschere pirandelliane e sul modo di vedere la realtà attraverso molteplici forme

Compra
100% soddisfatti
o rimborsati
  • 8980
  • 07-07-2008
E io lo dico a Skuola.net

Introduzione
Ho sviluppato questo elaborato interdisciplinare attorno all’argomento “apparenza e realtà”. Il termine realtà deriva dal latino res, ovvero un oggetto materiale. Questo tema ha suscitato il mio interesse, infatti, se pensiamo alla nostra quotidianeità, le cose che ci circondano, nel primo istante ci appaiono e le osserviamo secondo il bagaglio di idee, cultura, educazione e pensiero che costituiscono il nostro io e solo in secondo luogo, con una attenta analisi, possiamo capire l’oggettività della realtà.

Tale contrasto è caratteristico del novecento, secolo caratterizzato dall’avvento delle ideologie che apparivano come il bene per il popolo e celavano la loro reale identità sotto false apparenze. Sullo sfondo delle due grandi guerre ritroviamo un frammisto fra realtà e apparenza. In modo esplicito lo si rivela analizzando le cause che hanno portato allo scontro;io tratterò in modo dettagliato le cause della prima guerra mondiale. Nella letteratura del novecento, molteplici sono gli autori che nelle diverse correnti hanno sviluppato questo tema.

Ho scelto Luigi Pirandello, per la letteratura italiana, dal momento che il punto fondamentale della sua poetica è proprio il contrasto tra apparenza e realtà esposto nelle sue diverse opere ed in particolare nel suo celebre romanzo Uno, nessuno e centomila.

Registrati via email
In evidenza