Sistema Periodico, mondo da esplorare - Tesina

Tesina di maturità per istituto tecnico chimico sulla tavola periodica degli elementi. Argomenti tesina maturità: la tavola periodica e le proprietà, il simbolismo, i vari contesti storici.

Allegati
Questo appunto contiene 1 file allegato

Questo download è disponibile soltanto per gli utenti registrati.
Dimensione: 1705 kB, scaricato 0 volte

E io lo dico a Skuola.net

Introduzione Sistema Periodico, mondo da esplorare - Tesina

“Mi piace il modo in cui la tavola spiega il nostro mondo: ogni casella rappresenta un pezzettino della nostra civiltà” (Hugh Aldersey-Williams) È proprio dalla citazione di Hugh Aldersey-Williams nel suo libro “Favole periodiche” che nasce questo lavoro. A scuola la tavola periodica viene trattata nelle lezioni di chimica o di scienze dal punto di vista strettamente pratico. Si insegna cioè ad utilizzarla ricavandone le informazioni necessarie, spesso accennandone appena l’origine. Come la maggior parte degli argomenti studiati a scuola, anche la tavola periodica risulta noiosa per gli studenti: un foglio di carta su cui sono rappresentati gli elementi secondo un ordine piuttosto strano e di difficile comprensione non è di certo una cosa che entusiasma molto. Entusiasmo che viene spento ancor di più quando ci si rende conto che di quei 118 elementi solo una decina sono quelli che abbiamo toccato o osservato al loro stato fondamentale. Sentiamo parlare di Calcio e Potassio, molto importanti per il nostro organismo e presenti in molti cibi, ma in quanti hanno mai visto questi due elementi al loro stato fondamentale di metalli? Abbiamo a che fare ogni giorno con l’Ossigeno, lo abbiamo tutto intorno e lo respiriamo, ma non lo possiamo vedere. La tavola quindi si allontana da noi, diventa qualcosa di esclusivamente teorico con cui difficilmente possiamo avere a che fare. Una riflessione più attenta però ci porta a stravolgere queste utime considerazioni: gli elementi infatti sono tutt’intorno a noi, gli oggetti che usiamo sono fatti di elementi, l’aria che respiriamo è fatta di elementi, noi stessi siamo fatti da elementi; gli stessi elementi che vediamo scritti sul quel foglio di carta tanto studiato.
È proprio così che la tavola si avvicina al nostro mondo e ne diventa una sorta di schema regolatore della materia. Tutta la materia esistente nell’universo è composta da elementi che vengono racchiusti in uno schema, ideato quasi 150 anni fa, secondo una semplice sequenza naturale. La tavola periodica degli elementi infatti non è una invenzione dell’uomo, ma è semplicemente un’ordine naturale. Gli elementi non possono essere disposti in altro modo se non come la natura li ha creati. La tavola quindi non è altro che un geniale supporto visuale, che riesce a racchiudere, seguendo questo ordine naturale, tutte le caratteristiche degli elementi utili ai chimici, i quali, tra l’altro, non la sfruttano e consultano così spesso come si potrebbe pensare. La tavola assume quindi un simbolismo straordinario in quanto grazie agli elementi racchiude dentro di se l’intera civiltà dell’uomo: la vita, la tecnologia, la storia e la geografia, la letteratura e l’arte, la lingua. Il sistema periodico, mettendo uno di fianco all’altro i vari elementi, mette in relazione l’intera esistenza, meglio di una enciclopedia e seguendo semplicemente un ordine naturale. Primo Levi, chimico torinese divenuto famoso per aver scritto il romanzo autobiografico “Se questo è un uomo” riguardo Il sistema periodico: un mondo da esplorare, Agazzi Cristian 5^B CM 4 la sua esperienza nel campo di concentramento di Auschwitz, scrive ne “Il sistema periodico”: “Comprendere la materia è necessario per comprendere l'universo e noi stessi: e quindi il Sistema Periodico di Mendeleev *...+ era una poesia.” L’autore, salvatosi dai campi di concentramento grazie alla sua professione di chimico, spiega in questa frase quanto sia importante conoscere gli elementi per comprendere a fondo l’esperienza umana e l’intero sistema dell’universo. Nel libro “Il sistema periodico”, Primo Levi racconta la sua storia, prima e dopo la deportazione, mediante 21 aneddoti: per ognuno di questi aneddoti l’autore assegna un elemento caratteristico. In ogni storia l’elemento associato assume una funzione diversa come ha assunto una funzione diversa nell’intera storia dell’uomo. L’Argon quindi rappresenta la famiglia di Primo Levi, piuttosto restia alla relazioni proprio come il gas verso altri elementi; oppure il Ferro racconta di una sua forte amicizia, quasi indistruttibile come il metallo; fino ad arrivare a raccontare la storia di un atomo di Carbonio, l’elemento della vita, che dopo essere stato parte di una roccia calcarea, di essere stato bruciato e trasformato in anidride carbonica, di essere entrato a far parte di una struttura complessa come il glucosio, diventa parte di una cellula nervosa del cervello di Primo Levi, proprio quella cellula addetta alla scrittura. In questi 21 racconti l’autore sembra ripetere quello detto fino ad ora: gli elementi sono tutt’intorno a noi, sia in senso materiale sia in senso simbolico e il sistema periodico racchiude dentro di se qualsiasi esperienza e qualsiasi conoscenza. Con questo lavoro si vuole quindi affrontare il sistema periodico sia dal punto di vista chimico, studiandone la struttura e le caratterische, sia dal punto di vista simbolico, studiando alcuni elementi in particolare che caratterizzano la storia, la letteratura, la tecnologia e la vita dell’uomo.

Collegamenti

Sistema Periodico, mondo da esplorare - Tesina

Chimica - Tavola periodica e proprietà.
Italiano - Simbolismo.
Storia - I vari contesti storici.

Registrati via email
In evidenza