Pubblicità turistica - Influenza sull'essere umano

Tesina che tratta delle strategie di marketing attuate da coloro che operano nelle pubblicità per influenzare i clienti e far comprare loro pacchetti vacanze. Cambiamenti della pubblicità dal fascismo ad oggi.

E io lo dico a Skuola.net

Pubblicità turistica - Effetti sull'essere umano

Le materie trattate sono:
- Storia: il fascismo e i mezzi di comunicazione
- Italiano: il manifesto degli intellettuali fascisti, ungaretti
- Tecnica della comunicazione: La pubblicità in internet dei voli low cost e la costruzione della campagna pubblicitaria.
- Inglese: Low Cost Air Travel
- Geografia turistica: itinerario in america low cost
- Economia turistica: Il controllo della gestione e i costi delle a.d.v. e t.o.
- Matematica: i sistemi di equazioni.

Storia
La propaganda fascista, in poco tempo conquistò terreno e aveva il compito di informare i cittadini attraverso la radio, la stampa e il cinema.
Tramite la propaganda si riuscì anche ad effettuare un controllo politico su tutti i mezzi di comunicazione, ed aveva come scopo, l’orientamento dell’opinione pubblica.
I moderni mezzi di comunicazione furono
- la radio: che assunse un ruolo primario. Attraverso questo strumento i cittadini vennero informati su i discorsi, sia di Mussolini ma anche di Hitler, e si potevano ascoltare delle marce. Nel 1928 nasce l’Ente Italiano Audizioni Radiofoniche, grazie al quale la radio ebbe maggiore successo.
Durante questo regime totalitario la comunicazione era importante.
- la stampa: i quotidiani attuarono una censura su cronache nere e fallimenti economici.
Nei primi anni del regime, la stampa venne sottoposta a controlli.
Con le leggi fascistissime , Mussolini, istituì un direttore che doveva per forza far parte del partito fascista.
Nel 1937 istituì anche il Ministero della Cultura Popolare, che aveva il compito di sequestrare tutti i documenti che vennero ritenuti dannosi.
Per quanto riguarda i giornali, quello più importante fu “Il balilla”.
Il giornalino venne pubblicato nel 1923 a Milano, ed era rivolto a tutti i bambini Italiani i quali venivano già descritti come futuri soldati.
Uno scopo del fumetto era quello di demolire l’ansia da prestazione nelle interrogazioni.
Questo fumetto riscuoteva molto successo tra i piccoli, forse per il fatto che nelle scuole elementari era obbligatorio, ma per quanto riguarda i giovani non era la stessa cosa, così venne posto come allegato del giornale “Il popolo d’Italia” sempre fondato da Mussolini.
I primi numeri settimanali praticavano soprattutto temi rigorosi, che avevano come protagonisti dei veri e propri eroi di guerra, ai quali fecero seguito storie divertenti, dove i protagonisti erano il maldestro scolaro oppure la famiglia Cocorito, proprio per ampiare il concetto di famiglia ma soprattuo perché erano personaggi che non avevano un riferimento politico-propagandistico.
Alla vigilia della guerra il giornalino prenderà la denominazione della “ Gioventù Italiana del Litterio”. Nel 1931 venne introdotta la Piccola Posta, dove i piccoli lettori inviano le loro domande inerenti ai temi trattati nei fumetti ricevendo delle risposte.
Anche la storia, più tardi soprattutto quella fascista, venne rappresentata attraverso fumetti.
- il cinema: venne istituito nel 1925, l’istituto nazionale L.U.C.E., ovvero l’unione cinematografica educativa.
Questo istituto rappresentava il mezzo più efficace per la proiezione di spettacoli. La tematica più ricorrente era il mito bellico, con l’elogio del patriottismo. L’istituto divenne inoltre, il fulcro del cinema e venne posto alle strette dipendenze del Capo del Governo, sotto la supervisione di Mussolini, specialmente per i materiali realizzati. Il primo film della propaganda fascista fu “IL GRIDO DELL’ACQUILA”. Tra il 1930 e il 1943 vennero realizzati altri 773 film. I maggiori temi erano: la raffigurazione dei cambiamenti avvenuti con il fascismo, celebrare la marcia su Roma, raffigurare la grandezza Italiana, esaltare l’Impero Romano ma soprattutto le operazioni fasciste. I maggiori registri furono: Blasetti, Lattuada e Gallone, insieme a molti altri.
- il cinegiornale: nasce nel 1924, dopo l’omicidio di Matteotti, con lo scopo di diffondere immagini di Mussolini in tutta Italia. Si tratta di un cortometraggio, che veniva proiettato prima dei film con uno scopo educazionale, ed aveva uno stile documentaristico o di reportage.

Italiano
Il manifesto degli intellettuali fascisti viene redatto tra il 29 e il 30 marzo 1925 a Bologna da Giovanni Gentile su ordine di Mussolini, e venne pubblicato il 21 Aprile su tutti i giornali.
Il manifesto si apre con un allontanamento dalla storia e vedevano nel fascismo l'unico sbocco naturale del processo risorgimentale.
Il fascismo è un movimento religioso e la fede è stata tramandata dai giovani che parteciparono alla prima guerra mondiale.
Gli intellettuali dovevano sostenere apertamente e senza timore un regime che ha ripristinato l'ordine e la disciplina.
Il fascismo mise in atto una vasta organizzazione per ottenere il consenso degli italiani. Tra i vari mezzi di comunicazione di massa vi fu l'inserimento degli intellettuali nello stato e l'obbligo di giuramento di fedeltà al regime.
Il manifesto costituisce un tentativo di indicare le basi politico-culturali dell'ideologia fascista e volevano giustificare gli atti e gli atteggiamenti violenti.
In risposta qualche mese più tardi, Benedetto Croce, rispose con il manifesto degli intellettuali antifascisti.
Croce argomenta contro il fascismo, le ragioni degli ideali liberali - democratici, la mescolanza tra cultura e politica si rivelava pericolosamente dannosa perché impediva ai liberali di pensare liberamente.
Nel 1925, anche il famoso poeta Giuseppe Ungaretti firmò il manifesto.
Ungaretti nasce ad Alessandria d’Egitto nel 1888 da genitori Italiani. A soli due anni perse il padre, e nel 1912 si trasferì a Parigi dove studiò alla Sorbona senza mai laurearsi. Questo periodo francese per lui è molto importante, qui frequentava i corsi ma entrò a stretto contatto con gli ambienti dell’avanguardia artistica. Qui incontrò Apollinaire, Picasso e Marinetti. Due anni più tardi partecipa alla prima guerra mondiale, combattendo prima sul Carso e poi sul fronte francese. Sempre in questo periodo, incontra Palazzeschi, Soffici e Papini, grazie ai quale poté pubblicare nella rivista << Lacerba>> le sue prime prove poetiche, composte da 16 liriche, dove qui è possibile cogliere l’influsso dei futuristi e dei simbolisti. Ottenne l’incarico di insegnante di letteratura Italiana all’università di San Paolo in Brasile, dove rimase fino a quando un evento tragico turbò la sua vita, la morte del figlio Antonino di soli 9 anni. Tornò in Italia ed ottenne la nomina di Accademico d’Italia ed ebbe la cattedra d’insegnante all’università di Roma. Morì a Milano nel 1970.
La sua raccolta più importante fu Il porto sepolto, che vene pubblicata nel 1913. Ha un valore non solo per la storia poetica ma anche per l’evoluzione letteraria che esisteva in Italia in questi anni. Con questa raccolta individua il nucleo portante della propria poetica, e lega il passaggio dai simbolisti all’esperienza atroce del male. A favorire questa scelta, contribuì senza dubbio la sua esperienza come soldato nelle trincee del Carso. Infatti lo dichiara anche nella Vita d’un uomo, dove tratta dal primo giorno della trincea all’ultimo, esprimendo i suoi sentimenti verso il nemico, per il quale non prova odio ma prende coscienza della condizione umana ( sofferenza e la precarietà della loro condizione).
La seconda edizione uscirà nel 1923 con la prefazione di Mussolini. Intanto però pubblicò una versione più ricca con il titolo Allegria dei naufragi, la quale sarà destinata a diventare L’allegria.
Quest’ultima raccolta si divide in cinque sezioni: ultime, il porto sepolto, naufragi, girovago, prime. Il titolo vuole esprimere in un modo paradossale il senso di vita, della disperata resistenza dell’uomo. La guerra per Ungaretti consentiva di individuare anche degli elementi positivi, come il senso di fraternità nella sofferenza comune.
Le sue poesie sono molto diverse da quelle degli altri poeti, infatti sono brevi, di fatti è un poeta ermetico. Questa corrente, l’ermetismo, dà poca importanza alla lunghezza della poesia, esaltando le emozioni forti che molte volte vengono nascoste. La mancanza di punteggiatura dà alla poesia un senso di dolore, infatti sono poesie tristi, ispirate alla prima guerra mondiale. Il titolo è molto importante e molte volte racchiude il senso della poesia.
È nel dopoguerra che avvengono i cambiamenti nella poetica, orienta la sua ricerca verso il recupero della tradizione lirica Italiana, i versi ritornano ad essere formati da endecasillabi, riutilizza la punteggiatura, si avvale di un lessico molto complesso. Punto di questa nuova partenza è la poesia Sentimento del tempo. Tutte le sue poesie vennero pubblicate nell’unico libro, sotto il titolo Vita d’un uomo.
Il rapporto tra Ungaretti e il fascismo è molto contraddittorio, in quanto Ungaretti scrisse molte poesie contro la guerra, che derivavano anche dalla sua esperienza come militare. Però d’altra parte firmò il manifesto degli intellettuali fascisti, strinse amicizia con Mussolini, il quale gli scrisse la prefazione di una sua poesia e gli fece ottenere la cattedra dell’università a Roma.
La sua adesione al fascismo, rimane una come una grande ombra, si è certi che lui fece delle poesie contro la guerra, ma si ha anche la certezza che fosse fascista e che ebbe una relazione amichevole con Mussolini.

Parafrasi
Di che reggimento siete fratelli? La parole fratelli trema nella notte. La parola fratelli esprime un desiderio di pace. Nell’aria piena di sofferenza degli uomini, spontanea rivolta alla guerra dell’uomo con la sua delobezza. Fratelli.

Commento
Nella poesia, Ungaretti esprime la sua sofferenza e amarezza per la sua condizione di soldato; Infatti, la parola fratelli è un augurio di pace ed esprime la speranza che la guerra finisca. Per quanto riguarda la struttura, usa dei versi liberi, usando solo il punto interrogativo. La parola ha un significato molto importante, ed è ricca di musicalità. I temi riguardanti la poesia trattano argomenti della fragilità del soldato. Il termine chiave della poesia è la parola, Fratelli. La poesia si apre con una domanda alla quale cerca risposte, ma non le trova. Ungaretti riconosce che tutti sono sofferenti e c’è un’aria di angoscia, l’uomo soldato sente pulsare dentro si sé quel senso di fraternità. Quando scende la notte, il poeta ripensa a all’amore per l’uomo, un sentimento che sembra essere stato dimenticato.

Tecnica della comunicazione
Per pubblicità si intende una comunicazione di massa mediante la quale l'azienda vende il proprio prodotto. Ha un taglio commerciale ed è finalizzata a influenzare gli atteggiamenti e i comportamenti della popolazione per l'acquisto attraverso la combinazione di informazione e persuasione operata dai mass- media come il giornale, le affissioni, la radio e internet. I principali obiettivi della pubblicità turistica sono:
aumentare le vendite del prodotto,migliorare l'immagine di un prodotto, azienda turistica o marca,trasmettere informazioni utili su un prodotto e sui vantaggi che esso comporta,rimediare ai danni provocati all'immagine turistica
La tecnica pubblicitaria deve aumentare i desideri e i bisogni della clientela come l'acquisto di un prodotto turistico.
Il messaggio pubblicitario per risultare efficace deve possedere delle caratteristiche:
- congruenza: l'immagine e il prodotto devono essere congruenti tra loro. La pubblicità è vincente quando testi, immagini, musica e colori sono coerenti.
- comprensibile: il messaggio deve essere comprensibile da tutti. In una pubblicità rivolta a ragazzi non si può usare un linguaggio rivolto a manager o laureati.
- rispettare l'interesse dei consumatori: nel contenuto e nella forma.
- potere di convinzione del pubblico: il consumatore deve poter scegliere tra i vari prodotti.
- capacità di coinvolgimento: in termini emotivi, cioè deve attirare il cliente.
L'attualità e il futuro della pubblicità è internet. Le nuove tecnologie stanno rivoluzionando il panorama dei mass-media, i quali consentono di ampliare l'offerta. L'approccio di internet varia anche a seconda della tipologia dell'utente, per le aziende private presenta notevoli potenzialità. Internet permette di lavorare con il one-to-one marketing, la quale permette di conoscere il profilo degli utenti in base alla registrazione e agli acquisti, quindi permette di mirare il messaggio direttamente alle caratteristiche dell'utente, è come se permette un servizio personalizzato. Succede molte volte che mentre s naviga in un sito web, come ad esempio di un albergo, ci compaiono i banner, ossia una sorta di pulsante che indirizza il “Navigatore” in un sito per ottenere molte visite. I banner più frequenti sono quelli dei voli low cost più degli alberghi a prezzi bassi. Questi banner sono disseminati nei vari siti web. La campagna (l'insieme dei vari messaggi pubblicitari che hanno lo scopo di raggiungere un obiettivo) può riguardare un prodotto, una gamma. Una cosa importante è rinnovare spesso i vari siti web in modo da invogliare il cliente a visitarli molto spesso. Queste campagne possono essere indirizzate a un target generico(senza segmentazione) o a un target specifico. La pubblicità in internet, ma anche in televisione, molte volte è nascosta., cioè il navigatore non sa se c'è uno scopo commerciale. La comunicazione turistica trova molto spazio in internet, ma si sta sviluppando anche nei social network.

Inglese
The low cost air travel firstly appeared in U.S. In 1970 and later in Europe.
There is only economic class and it doesn't exist business class.
The price of flight doesn't include free mails and newspaper and low cost airlines work in secondary airport.
Now passengers such as managers and company directors use low-cost airline for business trip.

Geografia turistica
- tipo di viaggio: Culturale
- località visitate: Boston, New York, Washington D.C.
- Durata: dal 30 Giugno al 5 Luglio (compresi giorni volo A\R)
- mezzi di trasporto utilizzati: Volo low cost, pullman Gt.
Primo giorno (30 giugno)
Partenza da Roma Fiumicino con volo American Air Lines ore 12.15.
Arrivo a New York alle ore 19.05.
Sistemazione in hotel “ The New Yorker Hotel ****” .
Serata libera.
Secondo giorno (1 luglio)
Visita guidata della città di New York, della statua della libertà, ormai divenuta il simbolo di questa splendida città. La visita prosegue anche nei quartieri che la costituiscono: Manhattan, Bronx, Brooklin, Queen e Staten Island. Visita del museo “MOMA (Museum of Modern Art)”.
Pranzo al sacco.
Visita della Fifth Avenue, in particolare della Cattedrale di San Patrizio, che è circondata nei suoi quattro lati dai grattacieli. La cattedrale è stata edificata con il marmo bianco, la facciata presenta due torri e al centro si trova il portale bronzeo, sovrastato dal rosone.
Ritorno in albergo e cena.
Serata libera .
Terzo giorno (2 luglio)
Arrivo per le ore 10.00 a Boston.
Visita guidata della città e del Museum of Fine Arts, dove possiamo ammirare le opere di Van Gogh, Gaugin, Degas. pranzo al sacco Visita libera della città Ritorno in hotel e serata libera
Quarto giorno (3 luglio)
Visita guidata della casa bianca, sede del presidente americano, il campidoglio, il washington monument, un obelisco armo realizzato per onorare George Washinton primo presidente degli Stati Uniti. È l'edificio più alto e si trova al centro della città.Visita guidata della cattedrale di San Pietro e Paolo, detta anche Washington National Chatedral, è il luogo di culto della chiesa episcopale degli Usa. È il più importante luogo di culto ed è la sesta tra le più vaste del mondo e la seconda negli Usa. Pranzo al sacco
Nel pomeriggio visita guidata del National Museum of Nature, il museo naturalistico eretto nel 1910 , dove si trovano oltre che alle importanti collezioni aperte al pubblico vi lavorano anche 185 scienziati. La sua collezione interna conta 125 milioni di esemplari, sia vegetali che animali, tra fossili, minerali, rocce, meteore e oggetti etnologici. Le stanze sono divise per temi. Ritorno in hotel e cena.
Quinto giorno (4 luglio)
Partenza per le cascate del niagara, le quali sono famose oltre che per la loro bellezza anche per la produzione dienergia elettrica. Sono attraversate dall’omonimo fiume. Le tre cascate iniziano nel versante canadese con le “Horseshoes fall” , ossi ferro di cavallo, separate dalla “American Fall” per mezzo delle “Goat Island” le quali sfociano nel “Bridal Veil Fall” cioè le cascate che sono paragonate a dei veli nunziali. Ritorno in albergo, cena e serata a tema.
Sesto giorno (5 luglio)
Partenza per Toronto e visita della città, soprattutto della CN Tower, ossia la torre più alta, e la Rogers Centre, uno stadio che è stato protagonista di molti scontri epici,soprattutto tra Statunitensi e Canadesi. Partenza per New York, pranzo al sacco, imbarco in aereo previsto per le 21.00 e ritorno a Roma.

Economia turistica
I costi d’esercizio vengono classificati in base alla modalità con cui variano al variare della produzione in costi fissi e variabili, ma anche in base al centro di costo, dividendosi in costi diretti o indiretti.
L’imprenditore deve tenere conto anche di altri due costi, cioè i costi figurativi e i costi standard.
I costi fissi sono quei costi che non variano al variare della produzione. Per quanto riguarda un’impresa di viaggi e alberghiera, i costi fissi, sono il personale, l’illuminazione e il riscaldamento delle sale comuni dell’albergo, le quote di ammortamento, gli affitti, le assicurazioni.
I costi variabili, invece, sono quei costi che variano con il variare della produzione. I maggiori costi di un’impresa alberghiera sono, i costi delle materie prime, le spese di lavanderia, il costo del personale stagionale, le provvigioni per le agenzie di viaggio e le imposte sul reddito.
Il costo variabile unitario (cvu) è il costo che l’impresa sostiene per la produzione di una singola unità.
Quando la variazione dei costi variabili è proporzionale rispetto al variare della produzione, il cvu rimane invariato e il costo marginale ( il costo variabile medio di ogni presenza) non cambia.
Quando la variazione dei costi variabili è meno che proporzionale rispetto al variare della produzione, il cvu è decrescente e il costo marginale diminuisce quando aumenta la produzione dei servizi. Quando la variazione dei costi variabili è più che proporzionale rispetto al variare della produzione, significa che il cvu è crescente e il costo marginale aumenta all’aumentare della produzione. Si definisce costo medio unitario il rapporto tra i costi totali e la produzione.
Il centro di costo, si calcola per conoscere il costo di un particolare reparto.
Per l’impresa alberghiera, questi centri di costo sono il settore camere, il settore ristorazione, il piano bar e il servizio congressuale.
Ad ogni centro di costo, possiamo distinguere: i costi diretti, cioè quei costi che possono essere direttamente imputati al reparto, e i costi indiretti cioè quei costi che sono indirettamente imputabili, in quanto sono tutti i costi che abbiamo sostenuto per la produzione dell’intera impresa.
I costi figurativi sono degli elementi che non compaiono nelle voci di costo, ma l’imprenditore deve tenerne conto e sono l’interesse di computo sul capitale versato, lo stipendio direzionale e il fitto.
Molte imprese, soprattutto quelle di medio grandi dimensioni, prima dell’inizio dell’attività programmano già quali costi andranno ad effettuare, questo procedimento prende il nome di costi standard. Per standard intendiamo il valore tipo che viene calcolato nelle condizioni previste. Queste condizioni sono:
- Ideali: se fanno riferimento a situazioni ottimali di efficienza
- Normali: se opera senza elementi che la alterano positivamente o negativamente
- Previste: quando si ottiene un miglior livello di efficienza e produttività .
Tutte le imprese conoscono quali costi dovranno effettuare. Per ciascun centro di costo, l’impresa alberghiera definisce:
- Costo primo: la somma dei costi diretti
- Costo complessivo: la somma del costo primo più una quota dei costi comuni
- Costo economico-tecnico: il costo complessivo più una quota di quelli figurativi.
L’attribuzione di questi costi, avviene attraverso la ripartizione, che può essere su base unica, quando sommiamo tutti gli importi e li dividiamo tra i vari centri di costo oppure su base multipla cioè scegliamo un parametro di riferimento che è adeguato per ogni centro di costo.
Il break event point (BEP) è il volume di produzione che deve essere venduto affinché il totale dei ricavi sia paro al totale dei costi.
Si trova facendo la quantità diviso la differenza tra i ricavi unitari e il costo variabile unitario. La conoscenza del bep ci permette di confrontare questo dato con le vendite previste, di attuare degli interveti correttivi e la definizione del prezzo di vendita.
Per quanto riguarda il costo della produzione di un bene o servizio, dopo che abbiamo attuato tutte le procedure, bisogna aggiungere il mark up, ossia l’utile atteso dell’imprenditore.

Matematica
Per equazione si intende, un uguaglianza tra due espressioni contenenti una o più variabili dette incognite.
Le equazioni sono definite dal dominio, cioè dall’insieme dei valori per i quali è definita.
Il mondo delle equazioni è molto vario, quelle che noi abbiamo analizzato sono:
- Lineare: quando la soluzione è di primo grado ed ammette una ed una sola soluzione.
5(3x – 1)-7(2x-4)= esempio di equazione lineare
- Di secondo grado: quando abbiamo l’elevazione al quadrato della variabile x, possono ammettere due soluzioni in base al risultato del delta, se è = 0 otteniamo una soluzione reale, se è >0 avremo due soluzioni reali e differenti.
esempio di equazione di secondo grado.
Il sistema di equazioni, in sostanza, è l’insieme di due o più equazioni, e può avere due o più incognite.

Registrati via email
In evidenza