Crisi delle certezza tra fine '800 e inizio '900 tesina

Tesina per liceo socio-psicopedagogico sulla crisi delle certezze tra fine '800 e inizio '900. Argomenti tesina: Schopenhauer, Karl Marx, Nietzsche, Luigi Pirandello, Paul Gauguin, Edvard Munch.

Compra
100% soddisfatti
o rimborsati
  • 24
  • 03-07-2014
E io lo dico a Skuola.net

Introduzione Crisi delle certezza tra fine '800 e inizio '900 tesina

La crisi di fine Ottocento si protrae fino al Novecento dove si percepisce soprattutto la perdita della fiducia nel progresso e nel positivismo. L'argomento che ho scelto di trattare nella mia tesina di maturità è la crisi delle certezze tra fine '800 e inizio '900. In particolare mi sono soffermata sulla questione dell'alienazione trattata da Karl Marx nei “Manoscritti economico filosofici del '44” e sulla crisi d'identità che riguarda l'uomo in relazione al suo rapporto con le macchine, di cui diventa succube e schiavo all'interno di una società deterministica e alienante.
I primi decenni del '900 sono dunque caratterizzati dalla perdita di quelle certezze e di quei valori che avevano contrassegnato la società industriale e la cultura ottocentesca. Intellettuali e artisti di questo periodo denunciano la perdita delle categorie tradizionali e del senso della vita individuale; l’idea di progresso inizia a subire una critica radicale nel campo letterario in Italia con Pirandello, Svevo e Montale e nel campo della filosofia con Nietzsche. L'illusione che la tecnologia e il progresso possano portare alla felicità viene spazzata via con la crisi del positivismo, la quale aveva segnato il fallimento della scienza, ritenuta dai positivisti come un infallibile mezzo di conoscenza della realtà. Essa infatti non era stata in grado di dare risposte riguardo le cause profonde dell'esistenza mettendo appunto in luce i limiti della conoscenza scientifica e della rappresentazione razionale e oggettiva della realtà.
Ci troviamo di fronte ad un nuovo tipo antropologico smarrito, che scopre una realtà illusoria ed effimera; egli vive nel pieno di un'angoscia esistenziale e la sua essenza è all'interno di meccanismi che vanno a lacerare la sua individualità. Più che nell’antichità l’uomo contemporaneo si trova a vivere in situazioni dove è presente una crisi dei valori sociali o individuali. In questa mia tesina vorrei dunque mettere in evidenza la costante presenza di questo tema nella storia del pensiero filosofico, letterario e artistico, che affonda le sue radici nel '900, fino ad arrivare ai giorni nostri. Sono stata spinta a trattare questa tematica in quanto, alla luce della recente crisi economica mondiale, la ritengo estremamente attuale. In particolare siamo proprio noi giovani a vivere nell'incertezza del futuro; le nuove generazioni non hanno più modelli di riferimento solidi, validi ed universali e non sanno se troveranno un ruolo significativo che soddisfi le loro aspettative.

Collegamenti

Crisi delle certezza tra fine '800 e inizio '900 tesina

Filosofia: Schopenhauer, Karl Marx, Nietzsche.
Italiano:Luigi Pirandello.
Inglese: The age of anxiety, The Modern novel, Virginia Woolf.
Arte:Paul Gauguin, Edvard Munch, Renè Magritte .

Registrati via email
In evidenza