Commissari esterni non ti bocceranno: ecco perché

maturità 2015: commissari interni, il voto non cambia

Tutti esterni, tutti interni, oppure misti. Cambiano i ministri, cambiano i commissari d’esame per la maturità. E ogni volta il mondo della scuola si interroga per capire quale potrebbe essere la formula migliore per gli studenti, per superare l’esame di Stato al meglio. Per alcuni una commissione composta solo da interni influirebbe in modo positivo sui ragazzi che si sentirebbero più tranquilli. Per altri, amanti dell’imparzialità, una commissione composta solo da docenti esterni sarebbe l’ideale. Altri ancora scelgono una via di mezzo, così come accade da qualche anno e come avverrà per la maturità 2016. Per la maturità dello scorso anno ad esempio sembrava che la commissione dovesse tornare ad essere tutta interna, salvo il presidente, scelto tra i presidi di una scuola esterna. Poi il dietro - front. Ma che cosa cambia realmente per gli studenti? Poco o niente. Per quanto riguardo il binomio promozioni-commissari, stando alle statistiche, la relazione non è poi così evidente. Guardando un po’ indietro negli anni, analizzando i dati, si capisce che l’andamento delle promozioni è pressoché costante. Di conseguenze la presenza dei commissari esterni, all'interno della commissione della maturità non influisce sulle promozioni.

COMMISSARI ESTERNI MATURITÀ: UN PO’ DI STORIA -

Dal 1969 al 1997 la commissione d’esame era composta da tutti commissari esterni, salvo un docente interno. Con quali risultati? Prendiamo gli ultimi 3 anni: all’esame di maturità 1996 venne bocciato il 6,7% dei candidati, nel ’97 il 6,2% e nel 1998 il 5,4%. Una percentuale decisamente alta rispetto a quelle più recenti. Ma andiamo per ordine. Con la riforma del ministro Berlinguer si passa alla commissione mista, per metà formata da prof interni e per metà da prof esterni, e resta tale fino al 2001. La composizione mista alzò la media dei promossi facendo scendere i bocciati al 5% del ’99, al 4% nel 2000 e al 3,2% nel 2001. Poi arrivò la riforma dell’allora ministro Moratti che riportò in commissione tutti membri interni fino al 2007, con il risultato che la percentuale di non diplomati tra il 2002 e il 2006 rimase tra il 3 e il 4%. Senza subire particolari scossoni, quindi.


Paura di essere bocciato dai commissari esterni maturità? Guarda il video

COMMISSIONE MATURITÀ: L'EFFETTO FIORONI

- Un vero scossone arrivò, invece, nel 2007 con l’allora ministro Fioroni che, in nome del rigore, ritornò alle commissioni di maturità miste che rimasero tali fino al 2010. E il risultato fu impressionante, ma solo per il primo anno: nel 2007 infatti la soglia dei bocciati si impennò, passando dal 3,5% del 2006 a un sonoro 6,6%.


COMMISSARI MATURITÀ: BOCCIATURE IN CALO

– Ma l’effetto Fioroni svanì ben presto, già nel 2008 la media dei respinti tornò al 3% e nel 2009 scese al 2,1%. Nel 2010, l’anno della Gelmini, con la commissione di maturità mista la media dei bocciati sfiorò a mala pena il 2% anche se la vera stretta si registrò nei non ammessi che furono il 6,6%. Ma lì la commissione di maturità non aveva responsabilità. Dal 2011 in poi la media oscilla sull’1% di non promossi. A luglio 2014 la soglia è scesa allo 0,8% e alla Maturità 2015 addirittura allo 0,6%, mantenendo comunque la commissione di maturità mista.


COMMISSARI ESTERNI MATURITÀ 2016, NIENTE PAURA… -

Praticamente alla maturità non si boccia, il rischio esiste solo in rarissimi casi. Meno dell’1% e sembra un calo inesorabile negli anni, a prescindere dalla composizione della commissione di maturità. E allora che cos’è che potrebbe davvero spaventare i maturandi 2016? L’incognita sulle modalità di svolgimento della prova. Infatti, dallo scorso anno con il nuovo esame di maturità sono cambiate un po' di cose perché hanno debuttato all'esame di Stato i nuovi indirizzi della riforma Gelmini. Questo fa sì che la seconda prova sia più in linea ai diversi indirizzi. La seconda prova maturità 2015, infatti, proponeva argomenti più pratici che richiamavano la realtà quotidiana, e che richiedevano una buona dose di problem solving. In più, anche la rosa di materie seconda prova è cambiata: allo scientifico, per la prima volta, potrebbe uscire proprio la tanto temuta Fisica.

Commenti
Skuola | TV
Ogni ragazzo è speciale!

'Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali' questo e molto altro nella prossima puntata della Skuola Tv!

14 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta